“Villaggio della forma” a Olmo, l’ok della giunta al progetto

“Villaggio della forma” a Olmo, l’ok della giunta al progetto

Il progetto Oxylane – Decathlon: un polo commerciale di 15mila mq, parco e impianti sportivi


share

La Giunta comunale ha dato questa mattina il via libera al progetto, presentato in aula dall’assessore Emanuele Prisco, di realizzazione del Villaggio della Forma Oxylane –Decathlon a Olmo. Quello di Perugia sarà il primo villaggio del genere in Italia, sull’esempio di quanto già realizzato in Francia, con spazi commerciali, parco e attrezzature sportive a disposizione gratuita dei visitatori, che potranno usufruire anche di attività organizzate direttamente da Decathlon oppure da soggetti pubblici e associazioni sportive.

La Giunta ha approvato, dunque, la variante Suap al Prg per l’insediamento del polo commerciale, la variante al Prg per la viabilità esterna allo stesso e il relativo progetto, peraltro già previsto nel Piano triennale delle opere pubbliche 2016/2018, con finanziamento a carico del soggetto attuatore.Adesso la parola passa alla III Commissione consiliare Urbanistica, quindi, al Consiglio Comunale che dovrà dare l’ok definitivo. E’ un ultimo passo decisivo che porta, finalmente, alla realizzazione di un progetto che avrà importanti risvolti in termini economici, occupazionali e di valorizzazione dell’area. Peraltro la nuova viabilità consentirà, altresì, di correggere i problemi e disagi derivanti dalla rotonda sita di fronte al centro direzionale Quatto Torri. Come si ricorderà, il progetto era stato presentato dalla società Stargest Srl, già nel 2010, per la realizzazione di un villaggio della forma composto da un polo commerciale articolato in 3 immobili, per una superficie complessiva di circa 15.000 mq e da un’area a parco e ad impianti sportivi ad uso pubblico.
Successivamente, dagli uffici comunali erano stati richiesti interventi infrastrutturali, fuori comparto, indispensabili per rendere sostenibile l’impatto dell’insediamento commerciale previsto sulla viabilità, in particolare tra lo svincolo di Olmo del raccordo Perugia-Bettolle, il nodo viario delle Quattrotorri, Strada Corcianese e Strada di Lacugnano. L’iter burocratico è quindi proseguito fino all’approvazione ultima da parte della Conferenza dei Servizi, lo scorso luglio 2015, del Consiglio Comunale, tra la fine del 2015 e i primi mesi di quest’anno, degli Uffici regionali e, ultima in ordine temporale, quella della Sovrintendenza.

share

Commenti

Stampa