Palestra Alberghiero, sabato l’inaugurazione. Pronta dopo anni di polemiche

Palestra Alberghiero, sabato l’inaugurazione. Pronta dopo anni di polemiche

Sara Fratepietro

Palestra Alberghiero, sabato l’inaugurazione. Pronta dopo anni di polemiche

Lun, 05/07/2021 - 14:46

Condividi su:


Palestra dell'Alberghiero di Spoleto finalmente pronta, dopo un ritardo rispetto al previsto ed anni di polemiche, di fondi tolti e dirottati altrove

L’istituto Alberghiero di Spoleto ha finalmente una sua palestra. Una struttura che sarà a servizio non solo della scuola ma anche della collettività. Potrà essere utilizzata infatti in caso di calamità naturale per fini di protezione civile.

Con un ritardo di 8 mesi rispetto al previsto, dopo anni di polemiche, di fondi tolti e dirottati da una parte all’altra, dunque, la palestra dell’Alberghiero, in via Valadier, è finalmente pronta. L‘inaugurazione è in programma sabato 20 luglio alle ore 12, durante una cerimonia nel rispetto delle normative anti Covid.

Palestra Alberghiero frutto di un cofinanziamento

La struttura – ricorda la Provincia di Perugia – nasce da un cofinanziamento da Croce Rossa Italiana, Comune di Spoleto e Ministero dell’Istruzione e coprirà le esigenze della scuola, ma verrà utilizzata anche per lo svolgimento di attività extra scolastiche di interesse comunale. Inoltre essendo un edificio di interesse strategico (costruito in classe IV) potrà essere utilizzato per fini di protezione civile in caso di eventi sismici”. 

L’intervento ha avuto un costo di circa 1,5 milioni di euro tra fondi pubblici e privati (650mila euro la Provincia, altrettanti la Croce Rossa e 200mila il Comune di Spoleto). I lavori sono iniziati nel febbraio 2020 e sono terminati a maggio 2021, con un ritardo di 8 mesi rispetto al cronoprogramma, dovuto alla pandemia da Covid-19.

I soldi tolti dalla Provincia e quelli della Croce Rossa dirottati

La realizzazione della palestra dell’alberghiero era stata prevista una decina di anni fa, con i costi a carico della Provincia di Perugia. Lo stesso ente, però, nel 2013 cambio i suoi programmi e destinò quei soldi ad altri interventi, con la promessa poi di un rifinanziamento futuro che è avvenuto solo di recente.

Fu dopo il terremoto del 2016 che l’allora sindaco Fabrizio Cardarelli riuscì a siglare un accordo con la Provincia (allora era presidente Nando Mismetti), con la palestra che era prevista all’interno del progetto del polo scolastico a San Paolo. Ma con la morte dell’allora primo cittadino, l’arrivo della Giunta de Augustinis e la decisione di annullare il progetto del polo scolastico, si sono rivisti anche i piani per la palestra a servizio dell’Alberghiero. Realizzata sì sempre in via Valadier, ma non più con i soldi del sisma.

Il Comune di Spoleto ha infatti dovuto investirvi 200mila euro, oltre a decidere di dirottare su questo progetto i fondi della Croce Rossa pensati per completare finalmente il Palatenda di via Laureti e fare di quello una struttura da utilizzare in caso di calamità naturale.

Al di là delle varie vicissitudini, comunque, finalmente la palestra a servizio dell’istituto Alberghiero (Ipssart) “De Carolis” è finalmente realtà e pronta ad essere utilizzate dalle centinaia di studenti che frequentano la rinomata scuola superiore.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!