Nuovo anno, nuove scuole: a Norcia si riparte guardando al futuro - Tuttoggi

Nuovo anno, nuove scuole: a Norcia si riparte guardando al futuro

Redazione

Nuovo anno, nuove scuole: a Norcia si riparte guardando al futuro

Lun, 14/09/2020 - 15:41

Condividi su:


Nuovo anno, nuove scuole: a Norcia si riparte guardando al futuro

Consegnata dalla Provincia la nuova sede temporanea dell’Istituto Battaglia. Nei prossimi giorni prevista la visita del Presidente Conte

È un giorno importante a Norcia oggi – 14 settembre – non solo perché si riprende la scuola, che in questo periodo è una ripartenza non di poco conto, ma perché oggi si aprono ai giovani studenti nursini e della Valnerina due nuovi edifici scolastici.

Alle 8,15 è stata dunque inaugurata la nuova struttura, temporanea che ospiterà i ragazzi Istituto superiore “R: Battaglia alla presenza del Sindaco di Norcia e della dirigente scolastica Rosella Tonti, oltre che al presidente della Provincia di Perugia, ente che ha lavorato alla realizzazione del progetto.

Mentre alle 9, primo cittadino e dirigente scolastico si sono spostati alla nuova Scuola Materna, realizzata nella struttura della ex piscina coperta, dove hanno accolto la presidente della Regione Umbria.

L’apertura del “Battaglia”

È con uno spirito di ripartenza che è stata inaugurata la nuova struttura scolastica temporanea dell’Istituto superiore “R: Battaglia” di Norcia progettata e realizzata dalla Provincia di Perugia che ha lavorato in stretta sinergia con l’amministrazione comunale e la scuola, egregiamente rappresentata dalla dirigente, professoressa Rosella Tonti.

Un evento dal doppio valore simbolico per chi nel 2016 ha vissuto il dramma del terremoto e poi quello del Covid 19. Un taglio del nastro preceduto dalla presenza nel cortile antistante la scuola dei ragazzi dell’ultimo anno del liceo classico e dell’istituto tecnico schierati a debita distanza e con le mascherine.

Dal terremoto al Covid

“Li abbiamo voluti qui perché nel 2016 questi ragazzi frequentavano il primo anno (anno del terremoto n.d.r.)– ha spiegato la professoressa Tonti – sono passati dalle tende ai container alla tenda collettiva. Questo è il primo anno che possono frequentare una scuola vera. Sono loro che stanno traghettando i loro compagni più giovani verso la rinascita”.

Emozione e soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Norcia che ha evidenziato come il tema della ricostruzione delle scuole sia stato centrale per guardare al futuro con fiducia.

Si riparte in sicurezza sia dal terremoto che dal Covid – ha dichiarato il primo cittadino della città di San Benedetto – abbiamo lavorato in grande sinergia tra istituzioni a dimostrazione che quando si lavora insieme, senza guardare all’orientamento politico, si raggiungono gli obiettivi”.

Parole condivise dal Presidente della Provincia che è riuscita a consegnare la scuola per il primo suono della campanella, nonostante il fermo cantiere a causa del lockdown. “Possiamo davvero dire che le istituzioni hanno lavorato bene insieme – ha aggiunto – ringrazio il sindaco, la professoressa Tonti, i dipendenti della Provincia che hanno messo passione e professionalità per raggiungere questo obiettivo e la ditta appaltatrice che è riuscita a concludere in tempo i lavori”.

Attesa la visita di Conte

Ringraziamenti sentiti sono andati al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, che ha preso a cuore la realizzazione di questa scuola e assicurato la sua presenza a Norcia nei prossimi giorni, alla Protezione civile, al Miur, all’ufficio scolastico regionale, alle forze dell’ordine, all’esercito, ai vigili del fuoco e alle famiglie della comunità nursina per la preziosa collaborazione.

“Una volta che sarà realizzato il nuovo polo scolastico definitivo nell’area della ex scuola elementare – ha dichiarato l’assessora alle politiche sociali e turismo – pensiamo di poter finalizzare questa struttura ad attività delle associazioni, a laboratori didattici e per master e stage universitari”.

Insomma Norcia riparte dai propri giovani. “Siete la nostra speranza – ha detto ancora il sindaco – quelli ai quali passeremo il testimone per rendere la nostra comunità più salda e coesa che mai. La nostra città cerca di dare un esempio, di mettere in campo tutto quello che può, dicendo al Paese che se ce la possiamo fare qui, ce la possiamo fare tutti”.

L’inaugurazione della Scuola Materna

Lasciate le scuole “superiori” della città di San Benedetto, le istituzioni locali si sono spostate al nuovo plesso della scuola materna, primo tassello definitivo inserito nell’ampio progetto del nuovo polo scolastico nursino.

“Una giornata speciale per la nostra comunità che sta sommando due emergenze e questa scuola oggi è il coronamento un sogno che si realizza ha detto il Sindaco di Norcia che sottolinea quanto “sia particolarmente significativa ed importante” la presenza della Presidente della Regione.

Il nuovo edificio ha preso il posto della ex piscina coperta, realizzata nel 1982 e che avrebbe necessitato di tante opere di adeguamento con il passare degli anni. Dal 2006 è iniziata l’opera di riconversione. “Grazie al grande lavoro dei nostri uffici e di tutti coloro che si sono adoperati con grande determinazione siamo riusciti ad ottenere questo risultato” ha detto il Sindaco. In questa scuola sono ospitati 105 bambini e 36 sono all’asilo nido comunale.

“Oggi – prosegue il primo cittadino – questa è una nuova struttura restituita alla città ed alla comunità che probabilmente non avremmo mai visto se non ci fosse stato un impegno corale di tutte le istituzioni, che fa la differenza” ha detto il primo cittadino visibilmente commosso ed emozionato. “E’ una vittoria di tutti” ha concluso.

“Capisco l’emozione del Sindaco e condivido le sue parole: la scuola è il collante di una comunità e far tornare i bambini nelle loro aule è stato un impegno di tutti ha detto la Presidente della Regione. “Conosco la storia di questa riconversione a scuola e so l’impegno profuso dall’amministrazione cui va un plauso, soprattutto in questo momento. Questo è un simbolo di rinascita vera – prosegue la Presidente – e il mio augurio a tutti gli studenti dell’Umbria, in questo anno scolastico particolare che imporrà una crescita civica ulteriore, lo rivolgo da Norcia perché in particolare questa scuola, con un numero così importante di bambini, rappresenta una speranza di futuro unica. Luoghi come Norcia sono belli da vivere, dobbiamo far rimanere le famiglie e le imprese e dobbiamo lavorare insieme per mantenere vivi questi luoghi dando servizi efficaci e la scuola è il primo di questi” ha concluso.

“L’inaugurazione di questa scuola bellissima e all’avanguardia è un momento importante per quale ringrazio tutti coloro che hanno creduto a questo progetto ad iniziare dalle istituzione ed in particolare dal Sindaco ed alla Presidente” ha detto la Dirigente Scolastica Rosella Tonti. Grazie anche alle famiglie, sempre partecipi ai nostri progetti con i loro figli e partecipi ai nostri progetti contribuendo alla creazione del tessuto sociale all’interno della comunità” ha detto la Tonti.


Condividi su:


"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Verisone più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!