Mobilitazione in Valnerina contro la nuova galleria da 20 milioni di euro

Mobilitazione in Valnerina contro la nuova galleria da 20 milioni di euro

Sara Fratepietro

Mobilitazione in Valnerina contro la nuova galleria da 20 milioni di euro

Dom, 12/06/2022 - 11:21

Condividi su:


Dopo l'assemblea pubblica a Sant'Anatolia dei giorni scorsi, nuovo incontro pubblico il 16 giugno contro la galleria. E scatta la petizione

E’ mobilitazione in Valnerina contro la nuova galleria del costo di 20 milioni di euro che secondo il progetto dell’Anas dovrebbe essere realizzata nel territorio comunale di Sant’Anatolia di Narco. Dopo l’incontro pubblico promosso il 24 maggio scorso dall’amministrazione comunale guidata da Tullio Fibraroli, scatta anche la raccolta di firme. Mentre è stata già programmata una nuova assemblea pubblica, sempre a Sant’Anatolia.

Il progetto di Anas prevede la realizzazione di un nuovo traforo nei pressi del cimitero di Castel San Felice, lungo la strada statale 685 delle Tre Valli Umbre, per “raddrizzare” un tratto in cui insiste una curva pericolosa. Una goccia nel mare, verrebbe da dire, lungo una strada di montagna con numerose curve. Tra l’altro nel tratto di strada in questione non si ricordano gravi incidenti stradali, al contrario di altri tratti della Tre Valli in Valnerina. Insomma, il progetto – oltre ad essere costosissimo e lungo – non sembrerebbe risolutivo ed anzi il timore è che il cantiere possa creare moltissimi disagi agli abitanti della media Valnerina, già penalizzati da tempo dai lavori nella zona, in primis quelli alla galleria di Forca di Cerro.

Non è tutto. Secondo alcuni, quei soldi potrebbero essere investiti piuttosto per altri progetti. C’è chi infatti chiede la sistemazione dell’ex ferrovia Spoleto – Norcia (i cui canali di finanziamento sarebbero però differenti), chi di puntare invece su altre arterie stradali, come la Flaminia tra Spoleto e Terni (proposta fatta dal consigliere di minoranza spoletino Paolo Piccioni).

Come detto, dunque, contro la nuova galleria in Valnerina è in corso una raccolta di firme. Una petizione online su Change.org ma anche fisica durante la SpoletoNorcia Gravel di Scheggino in corso fino al 12 giugno.

In programma anche un nuovo incontro pubblico. L’appuntamento, promosso dal comitato “Stop Anas, precedenza ferrovia!”, è previsto per giovedì 16 giugno alle ore 16,30 alla ex stazione di Sant’Anatolia della Spoleto – Norcia.

Il portavoce del comitato, Lanfranco Tani, chiama a raccolta i presidenti delle associazioni ambientali, culturali, sportive, ricreative dell’Umbria, oltre ai sindaci e consiglieri comunali della Valnerina, dello Spoletino e del Sellanese.

“Il 24 maggio 2022 a Sant’Anatolia di Narco – ricorda il comitato – si è tenuta un’assemblea nel corso della quale cittadini ed amministratori dei comuni della Valnerina hanno bocciato il progetto ANAS per la costruzione di una galleria ed un nuovo tracciato a partire da Castel San Felice. Ciò in quanto si tratta di opera inutile ed anzi dannosa, come evidenziamo nella petizione, che nelle prime 24 ore ha ottenuto oltre 300 adesioni. Saremo presenti anche a Scheggino in contemporanea con la presentazione dell’evento La SpoletoNorcia Gravel 2022. Riteniamo fondamentale che le comunità della Valnerina e delle aree limitrofe facciano sentire la loro voce, a difesa delle proprie legittime esigenze, legate allo sviluppo turistico caratterizzato da una mobilità dolce che nel percorso della Spoleto – Norcia che scorre lungo i fiumi Corno e Nera trova il suo asse portante. Ciò premesso, riteniamo di grande importanze che le associazioni Ambientali, Culturali, Sportive, Ricreative dell’Umbria si uniscano a questa iniziativa ed a tale scopo invitiamo le SS.LL. a partecipare ad un incontro giovedi 16 giugno 2022 alle ore 16.30 presso la stazione di Sant’Anatolia di Narco della Spoleto-Norcia”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!