Consulta mobilità e Pums, Legambiente: "Ci saremo, serve partecipazione"

Consulta mobilità e Pums, Legambiente: “Ci saremo, serve partecipazione”

Redazione

Consulta mobilità e Pums, Legambiente: “Ci saremo, serve partecipazione”

Mer, 04/08/2021 - 18:23

Condividi su:


Il presidente Novelli parteciperà per l'associazione

Legambiente plaude alla costituzione della Consulta cittadina per la Mobilità sostenibile, Ambiente e Sicurezza, ma non lesina qualche stoccata. L’associazione ambientalista annuncia che parteciperà all’organo attraverso il presidente Marco Novelli. “Staremo a vedere come opererà la consulta – dichiara Marco Novelliche sulla carta ha ampie competenze, forse troppe, e quindi nella pratica potrebbe perdersi in mere dichiarazioni di principio, senza aumentare la partecipazione della cittadinanza e fornire una chiara visione complessiva e generale del futuro di città che vogliamo costruire. Associazioni e politica si dovranno impegnare molto”. 

Consulta mobilità: ok al regolamento, il centrosinistra si astiene: “Troppo controllo politico”

“Poca partecipazione sul Pums”

Legambiente non risparmia qualche critica: “Fino ad oggi infatti, riguardo al Piano Urbano Mobilità Sostenibile il processo partecipativo è stato  carente, e tra istituzioni e cittadini non si è costruito il giusto dibattito e posta la necessaria  attenzione su un argomento determinante per la qualità della vita di una comunità. Ricordiamo infatti che secondo i principi fondanti indicati dall’europa, il “PUMS ha l’obiettivo di migliorare la qualità e le prestazioni ambientali delle aree urbane in modo da assicurare un ambiente di vita più sano in un complessivo quadro di sostenibilità economica e sociale, facendo sì che il sistema della mobilità urbana assicuri a ciascuno l’esercizio del proprio diritto a muoversi, senza gravare, per quanto possibile, sulla collettività in termini di inquinamento atmosferico, acustico, di congestione e incidentalità”. 

“No a interventi spot”

Ciò che dovremmo scongiurare – dicono – è quanto accaduto sino ad ora in città da sempre e di nuovo per via Campagnola, dove  l’adozione di un  provvedimento isolato che mira a risolvere situazioni emergenziali non sorretto né da una visione complessiva di città né da una importante partecipazione da parte dei cittadini coinvolti, imprenditori e associazioni (che ad esempio potrebbero anche fornire consigli di ordine tecnico ed esperienze nazionali ed internazionali avendo avuto modo di conoscere molte buone pratiche) sta generando contestazioni. In ambito mobilità infatti il traffico di una via può essere calmierato di poco o spostato altrove, ma è solo con interventi sistemici che indicano una visione strategica che il flusso di veicoli può essere effettivamente diminuito e reso più sostenibile. Stesso principio per le modifiche alla viabilità di Via Nazario Sauro e la scuola di Via Monte Cervino. Si attende quindi l’effettiva e complessiva  applicazione del PUMS che prevede zone 30 opportunamente attrezzate, ztl ove necessarie, cambio di viabilità in ottica di riduzione del traffico veicolare e aumento di sicurezza. Magari tutto questo si potrà fare con l’aiuto della consulta in oggetto perchè ricordiamo che la priorità sarà attivare quelle infrastrutture stradali capaci di salvaguardare gli utenti deboli della strada (ciclisti e pedoni).

I dati negativi di Ecosistema Urbano

Legambiente ricorda che, dal rapporto di Ecosistema urbano è emerso quanto Foligno “ha molti indicatori negativi a proposito di viabilità tra cui il numero di incidenti stradali pro-capite e una pessima qualità dell’aria, entrambi i parametri legati sicuramente all’uso eccessivo e deregolamentato dell’auto privataSiamo a seguire con particolare interesse invece l’attivazione della navetta per Rasiglia, per ora in fase sperimentale, che  con la giusta comunicazione, e anche qua una contemporanea azione di limitazione dell’auto privata per accedere al borgo,  potrebbe apportare dei benefici al paese meta di turismo da tutto il mondo”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!