Spoleto, consegnate le borse di studio "Remo Stefanelli" - Tuttoggi

Spoleto, consegnate le borse di studio “Remo Stefanelli”

Redazione

Spoleto, consegnate le borse di studio “Remo Stefanelli”

Remo Stefanelli lasciò in legato all’Accademia Spoletina nel 1973 tutti i titoli in suo possesso presso la Banca Popolare di Spoleto, affinché fossero istituite delle borse di studio a favore di giovani studenti spoletini meritevoli
Gio, 12/12/2019 - 11:21

Condividi su:


Spoleto, consegnate le borse di studio “Remo Stefanelli”

Martedì 10 dicembre 2019 a Spoleto, nella Sala delle Rovine di Palazzo Mauri, sede della Biblioteca Comunale, si è svolta la cerimonia di consegna delle Borse di studio “Remo Stefanelli”.

All’iniziativa, a cura dell’Accademia degli Ottusi (già Accademia Spoletina), sono intervenuti la presidente della stessa Accademia, professoressa Liana Di Marco, Mons. Giampiero Ceccarelli responsabile dei Beni Culturali della Diocesi di Spoleto e Norcia e la dottoressa Annalisa Lisci in rappresentanza del Banco Desio, già Banca Popolare di Spoleto.

Le borse, in numero di sei, riferite all’anno scolastico 2017-2018 per le Scuole Medie Superiori, e all’anno accademico 2017-2018 per l’Università, sono state assegnate tre per le Scuole Medie Superiori (borse di euro 800 ciascuna), a Endi Gjoni, Elisa Guidobaldi, Erika Metopio.

Altre tre borse di studio per l’Università (borse di euro 1.800, ciascuna), sono state conferite a Romina Ferretti, Lorenzo Petrini e Andrea Venturi.

Remo Stefanelli, uno spoletino generoso con i propri concittadini, lasciò in legato all’Accademia Spoletina nel 1973 tutti i titoli in suo possesso presso la Banca Popolare di Spoleto, affinché fossero istituite delle borse di studio a favore di giovani studenti spoletini meritevoli e con mezzi insufficienti per proseguire gli studi.

Le borse, in numero di sei, ma con facoltà di ridurne il numero in presenza di eventi monetari imprevedibili ed eccezionali, son state erogate a partire dalla fine degli anni ’70 con qualche interruzione dovuta a motivi burocratici particolari.

Negli ultimi anni, dopo un periodo di interruzione, l’erogazione è ripresa e l’Accademia ha deciso di assegnare le borse ogni due anni, per mantenerne il numero e per garantire una somma adeguata ai tempi. Si è operata anche una distinzione fra le borse destinate a studenti delle Medie Superiori e a studenti universitari, questi ultimi bisognosi di un aiuto economico più consistente.


Condividi su:


Aggiungi un commento