SAN SILVESTRO, “HOLLYWOOD PARTY” PER I “VIP” SPOLETINI

SAN SILVESTRO, “HOLLYWOOD PARTY” PER I “VIP” SPOLETINI

share

Si dice che la notte di San Silvestro nelle tavole imbandite per salutare il passaggio al nuovo anno non debbano mancare lenticchie, uva e melograno, che portano con sé prosperità per i 365 giorni futuri. Usanze tradizionali che si trasformano continuamente, rinventandosi, come solo i migliori chef e le persone piene d'inventiva sanno fare. Ed è questo ciò che ricercano coloro che festeggiano alle feste più “in” dell'ultimo dell'anno. Cenoni che in alcuni casi superano ogni aspettativa, tanto che la gente fa a gara per parteciparvi. Soprattutto se l'ingresso è riservato a pochi eletti. Come nel caso della festa che si svolgerà domani sera a Madonna di Lugo, a villa Profili, messa a disposizione dai padroni di casa per il party organizzato da “Club dei piaceri” e “Fish & Chic”. Un evento che coniugherà il passaggio dal vecchio al nuovo anno con il compleanno del padrone di casa, Luigi Profili, che guarda caso è nato proprio il 31 dicembre. Una festa esclusiva, alla quale prenderanno parte 120 persone, tutte “selezionatissime” tra i 30 e i 40 anni, per il cenone, mentre altre 50 persone raggiungeranno i presenti nel dopocena. L'”Hollywood party”, questo il nome della festa, sarà animato dalla musica del deejay Sandro Stipe. D'obbligo l'abito scuro e la cravatta, come reca l'invito, “strettamente personale non estendibile”. Presenti non solo spoletini (principalmente avvocati e giovani imprenditori), ma anche molte persone da Foligno. Non mancherà comunque gente giunta appositamente da fuori città. Una festa che ha “scalzato” tutte le altre che tradizionalmente venivano organizzate in città. I “vip”, le very important persons, spoletini si ritroveranno tutti a villa Profili.

Chi è stato escluso ha varie possibilità per passare l'ultimo dell'anno. Oltre alle feste nelle tre piazze principali della città, che vedranno la presenza tra gli altri anche di Sandy Marton e Digei Angelo, quasi tutti i ristoranti cittadini offrono cenoni spesso accompagnati da musica dal vivo.

Chi calamiterà più gente sarà come ogni anno il ristorante Zengoni, che da giorni ha ormai il tutto esaurito e che presenterà due diverse orchestre. Attraendo persone di tutte le età (e tasche) non solo dalla città del festival, ma anche da Foligno e Terni.

Per i più giovani, invece, la Tarta disco club ha ideato un'apposita iniziativa. Oltre alla serata in discoteca, che partirà a notte inoltrata, gli organizzatori hanno promosso un abbinamento con un cenone al ristorante San Lorenzo al costo di 80 euro (compreso anche l'ingresso nel locale). Per chi volesse invece andare a ballare, l'ingresso alla Tartaruga è di 30 euro. Un modo per attirare i più giovani a rimanere in città e a non “emigrare” nelle altre discoteche della regione. E a proposito di discoteche, anche quest'anno l'amministrazione comunale spoletina proporrà un servizio navetta con tanto di dj all'interno per collegare le varie piazze della città che saranno animate fino a tarda notte.

Mentre a Norcia, dopo l'esperienza dello scorso anno della festa all'ex Discobliss che era finita in tribunale, il Comune ha organizzato eventi più “soft”, ma con la possibilità di raggiungere una discoteca di Cascia con una navetta gratuita.

 

Sara Fratepietro

Il Giornale dell'Umbria (edizione di domenica 30 dicembre)

share

Commenti

Stampa