Rifiuti abbandonati e Jeep "in sosta" sopra la croce, "A Monte Acuto servono telecamere" - Tuttoggi

Rifiuti abbandonati e Jeep “in sosta” sopra la croce, “A Monte Acuto servono telecamere”

Davide Baccarini

Rifiuti abbandonati e Jeep “in sosta” sopra la croce, “A Monte Acuto servono telecamere”

Lun, 18/01/2021 - 13:03

Condividi su:


Un susseguirsi di episodi di inciviltà hanno caratterizzato, in queste prime settimane dell’anno, l’area di Monte Acuto, letteralmente invasa da famiglie ed escursionisti anche nel recente periodo di limitazioni anti Covid.

“Servono telecamere”

La Comunanza Agraria di Monte Acuto e Polgeto, attraverso il suo presidente Francesco Monni, ha infatti annunciato di voler “posizionare numerose telecamere di sorveglianza ambientale per assicurare un controllo più incisivo di tutto il territorio”.

Un’intera cucina smontata

Tra gli episodi più clamorosi c’è quello avvenuto lungo la strada provinciale per Preggio, all’interno di una cava dismessa, dov’è stata trovata addirittura un’intera cucina smontata, con altri elementi di arredo scaricati in zona Monte Acuto.

Probabilmente si tratta di ‘uno svuota cantine’, che ha pensato bene di gettare il materiale, ritirato dietro pagamento, arrivando anche a tagliare la catena che inibiva l’accesso all’area” ha sottolineato Monni. Il materiale abbandonato, grazie all’intervento tempestivo dei carabinieri forestali e Gesenu è stato rimosso e lo stato dei luoghi ripristinato.

La jeep sopra il monumento

Un altro episodio indegno si è invece scoperto grazie ai social, dove è stata pubblicata una foto che ritrae una Jeep “parcheggiata” con la ruota anteriore sopra il basamento che sorregge la croce di Monte Acuto (l’auto appartiene all’amico di chi postato la foto). “Uno sfregio al monumento e alla memoria dei nostri caduti (a cui questa è dedicata), senza considerare che l’accesso ai sentieri che conducono alla vetta è vietato ai mezzi a motore” denuncia la Comunanza.

I dispositivi di videosorveglianza acquistati dalla Comunanza potrebbero rilevarsi un valido aiuto per le forze dell’ordine, impegnate nella tutela ambientale e chissà che non permettano anche di individuare e sanzionare gli autori di comportamenti ad oggi inspiegabili“, prosegue Monni.

Le raccomandazioni della Comunanza

Nel Comune di Umbertide – ricorda la Comunanza – è assicurato un capillare servizio di raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti; in zona Madonna del Moro è presente un centro di raccolta per materiali che, per dimensione o tipologia, non possono essere conferiti nei contenitori domiciliari o stradali. Il conferimento alla stazione ecologica dà oltretutto diritto ad un incentivo economico commisurato al quantitativo di rifiuti consegnati. Infine, è possibile contattare Gesenu per un servizio di prelievo a domicilio. Eppure, nonostante le soluzioni disponibili e gli sforzi profusi in termini di educazione ambientale, l’abbandono selvaggio resta espressione di un’inciviltà dura a correggersi“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!