Mariano Di Vaio si racconta "L'arrivo di un figlio è un dono di Dio" - Tuttoggi

Mariano Di Vaio si racconta “L’arrivo di un figlio è un dono di Dio”

Redazione

Mariano Di Vaio si racconta “L’arrivo di un figlio è un dono di Dio”

Il modello, influencer ed imprenditore umbro si racconta al settimanale Grazia all'indomani della nascita del suo secondo figlio avuto dalla moglie Eleonora Brunacci | E parla anche di Chiara Ferragni
Gio, 05/07/2018 - 16:54

Condividi su:


Il modello e imprenditore Mariano Di Vaio ha incontrato Grazia all’indomani della nascita del suo secondo figlio, Leonardo Liam. E ha raccontato al magazine diretto da Silvia Grilli dell’amore che gli ha fatto trovare il successo, della religione che lo aiuta a non perdersi, della scelta di vivere in una piccola città e di tutto quello che i suoi 11 milioni di follower ancora non sanno di lui.

Il noto influencer umbro, infatti, abita a Perugia insieme alla moglie Eleonora Brunacci, sposata nel 2015 e da cui ha avuto due figli, Nathan Leone e Leonardo Liam.


Mariano Di Vaio ed Eleonora Brunacci di nuovo genitori: è nato a Perugia Leonardo Liam


Mariano Di Vaio ha scelto di dedicare pagine su Instagram ai suoi bambini: “Nessuna vittoria avrebbe lo stesso sapore, se non fosse condivisa. Creare una pagina Instagram dedicata è un modo per raccontare la nostra gioia più grande, non una scelta dettata dagli affari”. Ma il suo stile social non è lo stesso della collega influencer Chiara Ferragni: “Chiara è un’imprenditrice, sa quel che fa e non lascia niente al caso. Io ho bisogno di mantenere spazi che siano esclusivamente nostri. L’arrivo di Dodo è un dono di Dio e prima dobbiamo condividerlo in famiglia“.

A Grazia ha spiegato anche la scelta di non lasciare la sua città, Perugia: “Io e mia moglie amiamo la nostra città e ci piace condividere la vita con i nostri cari. Ma chiamiamola pure comodità, se preferisce” e dove si vede tra dieci anni: “Se me lo avesse chiesto dieci anni fa le avrei risposto a fare surf a Bali. Oggi le dico che mi immagino a Perugia, ad aspettare i miei figli che escono da scuola. Magari progettando una vacanza tutti insieme su un pulmino degli Anni 70”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!