Lions Club Mestre e Valnerina, restaurata a Preci la Madonna della Porta (sec. XVI) - Tuttoggi

Lions Club Mestre e Valnerina, restaurata a Preci la Madonna della Porta (sec. XVI)

Redazione

Lions Club Mestre e Valnerina, restaurata a Preci la Madonna della Porta (sec. XVI)

Mar, 17/08/2021 - 08:05

Condividi su:


Comunicato stampa congiunto LC Valnerina (Distretto Lions 108L) e LC Mestre Castelvecchio (Distretto Lions Ta3) sulla presentazione a Todiano di Preci

A Todiano nella fantastica cornice dell’Antica Pieve di Santa Maria, adiacente il cimitero dove riposano le spoglie mortali di Don Ansano Fabbi, primo studioso dell’esteso patrimonio storico-artistico della Valnerina, si è svolta l’attesa giornata di presentazione del restauro della statua lignea del XVI sec. detta Madonna della Porta di Todiano.

La statua faceva già parte del piccolo museo allestito da Don Ansano Fabbi e gestito da un suo nipote fino al terremoto del 2016 e trasferito successivamente presso il deposito di Santo Chiodo a Spoleto

Alla presenza del Sindaco di Preci Massimo Messi, del rappresentante dell’Arcidiocesi Spoleto-Norcia Don Luciano Avenati, del Presidente della Zona 8B del Distretto 108L Renato Peroni, dei rappresentanti del Lions del Club di Mestre Castelvecchio e del Club Valnerina, della Comunanza Agraria e Pro-Loco di Todiano e di una nutrita presenza di residenti e di oriundi provenienti da varie parti dell’Umbria, del Lazio e della Toscana, sono state illustrate le tecniche utilizzate per il restauro dell’opera d’arte a cura di Giovanna Martellotti della CBC, alcuni inediti aspetti storico-artistici di Todiano a cura del Prof. Romano Cordella e gli aspetti artistici dell’opera d’arte a cura della dott.ssa Tiziana Biganti ed è stata presentata la pubblicazione di un opuscolo scientifico inerente l’intervento di restauro ed alcuni aspetti della storia di Todiano, la cui stampa è stata finanziata dal Lions Club Valnerina.

dig
sdr

Terremoto e Lions

Nello spirito Lions di solidarietà verso le popolazioni terremotate, sin dai primi mesi dopo il sisma 2016, il LC Mestre Castelvecchio aveva effettuato diversi viaggi in Valnerina e presso il deposito di Santo Chiodo a Spoleto per selezionare con l’aiuto degli esperti della Soprintendenza, in particolare della dott.ssa Tiziana Biganti allora responsabile del deposito di Santo Chiodo, un’opera storico-artistica a cui destinare un intervento di restauro, organizzando varie iniziative di raccolta fondi nelle zone di Venezia, Mestre e Vicenza per il restauro della statua risalente al sec XVI, ritenuta di particolare pregio ed interesse.

Il restauro, è avvenuto sotto la direzione di Giovanni Luca De Logu della S.A.B.A.P. dell’Umbria presso il laboratorio CBC di Perugia, dove le restauratrici hanno potuto indagare e svelare tutte le particolarità e curiosità connesse alla realizzazione dell’opera, procedendo allo smontaggio e rimontaggio di diverse parti della stessa e datandola definitivamente come realizzata nel periodo 1534-1549.

Il LC Valnerina, in risposta all’importante intervento di solidarietà del LC Mestre Castelvecchio per le popolazioni terremotate, ha deciso di finanziare la stampa della pubblicazione scientifica dell’opuscolo di restauro (curato da esperti di varie Soprintendenze d’Italia), a cui sono state aggiunte importanti notizie storico-artistiche sulla frazione di Todiano.

La pubblicazione vuole rappresentare un conforto per chi ha subito gli effetti devastanti del terremoto, ma anche un importante auspicio per nuovi studi e nuove acquisizioni, ma soprattutto deve rappresentare l’inizio della rinascita di questo territorio martoriato e stimolare le giovani generazioni ad un passaggio di testimone, per la preservazione del patrimonio storico-artistico e culturale dei territori della Valnerina. Forte l’appello lanciato dal Sindaco di Preci ai presenti, affinché vengano presentati al più presto dai privati i progetti di ricostruzione delle abitazioni private, al fine di garantire la rinascita del territorio, anche da un punto di vista culturale.

La statua

In questa specifica occasione la statua restaurata è stata riportata, anche se per poche ore, grazie alle autorizzazioni dell’Arcivescovo e della Soprintendenza dell’Umbria a Todiano ed i presenti ne hanno potuto apprezzare il nuovo splendore dovuto all’importante intervento di restauro. Al termine della manifestazione la statua è stata ricollocata nel Museo Diocesano di Spoleto, dove è visibile ai visitatori.

Un particolare ringraziamento da parte di tutti i presenti per l’importante iniziativa è andato alla dott.ssa Anna Maria Spiazzi del LC Mestre Castelvecchio, alla presidente del LC Valnerina Anna Ansuini Recchi, che ha curato i dettagli organizzativi dell’evento, alla Comunanza Agraria di Todiano (Presidente Antonio Battaglia) ed alla Pro-Loco di Todiano (Presidente Roberto Battaglia) che hanno magistralmente collaborato nella logistica dell’evento ed alla sua perfetta riuscita.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!