La Sir alza la Supercoppa al tie break dopo la grande paura per Leon

La Sir alza la Supercoppa al tie break dopo la grande paura per Leon

Massimo Sbardella

La Sir alza la Supercoppa al tie break dopo la grande paura per Leon

Mar, 01/11/2022 - 17:46

Condividi su:


Nel finale il campione scivola e batte violentemente la testa a terra | Poi anche lui può partecipare alla festa dei Block Devils

La Sir batte in rimonta al tie break Civitanova e dopo la grande paura per l’incidente occorso a Leon nel finale può alzare la Supercoppa e fare festa insieme ai Sirmaniaci arrivati fino a Cagliari.

Il campione cubano, dopo aver attaccato un pallone, è scivolato battendo la testa e restando a lungo a terra. Poi si è ripreso ed ha potuto fare festa insieme ai compagni per questo trofeo strappato ai campioni d’Italia in carica al termine di una gara altamente spettacolare, in cui i Block Devils hanno dovuto recuperare per due volte lo svantaggio.

La partita

Primo set dai due volti. Perugia avanti grazie al muro. A metà set, però, Civitanova trova con continuità il servizio e mette in difficoltà i Block Devils, che si arrendono con l’errore in battuta di Leon (25-20).

Nel secondo set Perugia avanti trascinata da Leon, che sopperisce anche alla giornata non buona di Semeniuk. Col turno in battuta di De Cecco la Lube si riporta a -1. Ma i Block Devils scappano ancora e l’ace di Russo, pescato dal check, porta Perugia sul +5 (11-6).

I cucinieri si affidano a Yant e tornano a -2, ma sono cacciati indietro dall’altro Kamil, Rychlicki (23-20). Il lussemburghese sbaglia però l’attacco che tiene invita la Lube. Russo dà il set point a Russo (24-21). Rychlicki sbaglia il servizio, ma Chinenyeze fa lo stesso e regala il secondo set alla Sir (25-22).

Terzo set all’insegna del grande equilibrio. Sir avanti, ma senza riuscire a scappare. ll muro su Rychlicki vale il sorpasso Lube 10-9. Block Devils ancora avanti, ma un doppio ace di Nikolov porta i cucinieri sul +3 (18-16). La Sir pareggia i conti con l’ace di Leon (19 pari). Un grande attacco di leon vale il 23 pari. Ma Plotnytskyi sbaglia il servizio, Bottolo trova l’ace e il sorpasso Lube nel conto dei set (2-1).

Perugia non entra in campo nel quarto set, con la Lube che approfitta degli errori dei Block Devils e piazza un incredibile 5-0. Sul turno al servizio di Leon la Sir si porta sul -2 (8-6). Giannelli prende per mano la Sir e la porta sulla parità con il tocco di Plotnytskyi.

Sorpasso Perugia, ma la Lube si riporta avanti con l’ace di Bottolo. Giannelli riporta Perugia sul +2 (19-17). La Lube trova il pari. Perugia però allunga e sull’attacco vincente di Rychlicki trova il 25-21 e porta la finale al tie break.

Parte subito forte la Sir, che si porta sul +3. Bottolo tiene in vita le speranze della Lube di rientrare in partita, ma si va al cambio sull’8-4 per la Sir. A muro i Block Devils trovano il +6. Ancora un grande attacco di Plotnytskyi, cresciuto in questo finale di partita.

Leon sbaglia il servizio ma la Sir conduce 12-5. Poi nell’attacco successivo scivola e cade a terra, battendo violentemente la testa e restando disteso a terra. Attimi di paura, poi il campione esce dal campo tra gli applausi.

La Sir torna a giocare come aveva interrotto e con Flavio arriva a un punto dal match. Al secondo tentativo, l’errore di Civitanova dà la Supercoppa ai Block Devils, che corrono ad abbracciare Leon.

Tabellino

Sir Safety Susa Perugia – Cucine Lube Civitanova Marche 3-2
20-25; 25-22; 23-25; 25-21; 15-8

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 3, Gabi Garcia 21, Diamantini 3, Chinenyeze 2, Nikolov 4, Bottolo 16, Balaso (libero), D’Amico, Anzani 4, Gottardo, Yant 18, Zaytsev 1. N.e.: Sottile, Ambrose (libero). All. Blengini, vice all. Giannini.

SIR SAFETY SUSA PERUGIA: Giannelli 6, Rychlicki 14, Russo 8, Flavio 8, Leon 21, Semeniuk 6, Colaci (libero), Plotnytskyi 11, Ropret, Herrera, Solè. N.e.: Piccinelli (libero), Mengozzi, Cardenas. All. Anastasi, vice all Valentini.

Arbitri: Umberto Zanussi – Stefano CesareLE CIFRE – CIVITANOVA: 20 b.s., 7 ace, 39% ric. pos., 25% ric. prf., 50% att., 9 muri. PERUGIA: 21 b.s., 2 ace, 51% ric. pos., 35% ric. prf., 58% att., 9 muri.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!