Cva San Marco "Secchi? Per incarti caramelle". Scelto punto vaccinale per Gualdo - Tuttoggi

Cva San Marco “Secchi? Per incarti caramelle”. Scelto punto vaccinale per Gualdo

Davide Baccarini

Cva San Marco “Secchi? Per incarti caramelle”. Scelto punto vaccinale per Gualdo

Gio, 18/02/2021 - 12:25

Condividi su:


Cva San Marco “Secchi? Per incarti caramelle”. Scelto punto vaccinale per Gualdo

Il sindaco di Gubbio Stirati spegne le polemiche sulle presunte infiltrazioni d'acqua, oggi terminano somministrazioni per '40 e '41 (con un giorno di anticipo) | Presciutti attende risposta Usl sulla sede gualdese

Prosegue celermente, nonostante qualche polemica, la campagna di vaccinazione al Cva di San Marco (Gubbio): data la massiccia risposta in termini di adesione e tempi rapidissimi, oggi (giovedì 18 febbraio), con un giorno di anticipo, termineranno infatti le somministrazioni per i nati nel 1940 e nel gennaio del 1941.

Ho visto da parte dell’intero distretto sanitario, dagli amministrativi agli operatori, grande dedizione, impegno e professionalità – commenta il sindaco di Gubbio Filippo Stiratia tutti perciò vanno i miei complimenti e la mia gratitudine per quanto stanno facendo”.

Stirati spegne polemiche “Al Cva non piove”

Sulle polemiche nate dalle segnalazioni dell’assessore gualdese Paola Gramaccia – che ha documentato la presenza di secchi per raccogliere infiltrazioni di acqua – Stirati ha così risposto: “Non è vero che al Cva di San Marco esistono criticità, né è vero che piove all’interno dello stesso. Quelli che venivano descritti come secchi per le perdite non erano altro che cestini destinati alle carte delle caramelle offerte agli anziani dopo le vaccinazioni, ulteriore segno delle accortezze e della capacità di accoglienza dei nostri operatori sanitari”.

Scelta Cva ponderata

Non ci sono dunque anomalie di alcun tipo: – aggiunge il sindaco – sono molti i territori che hanno scelto i Cva come punti vaccinali e se la direzione regionale della sanità ne ha individuato uno solo questo non può che essere a Gubbio, per una questione di incidenza numerica. Poi se verrà deciso di destinarne altri ben vengano anche punti vaccinali a Gualdo Tadino. La scelta del Cva di San Marco è stata fatta dopo numerosi sopralluoghi e valutazioni da parte del distretto sanitario, che ha scelto quel luogo perché ritenuto il più valido e il più adeguato”.

Anche Presciutti si congratula con operatori San Marco

E a proposito di “altri punti vaccinali”, in queste ultime 48 ore il sindaco Massimiliano Presciutti ha effettuato svariati sopralluoghi, a partire proprio da San Marco dove “nonostante le normali difficoltà dovute ai primi giorni di attivitàha preso atto “della professionalità di operatori e personale sanitario, congratulandosi con loro per l’efficienza e lo spirito di servizio mostrato nel vaccinare i cittadini”.

Alla ricerca di un punto vaccinale a Gualdo Tadino

Nell’ottica di implementazione dei punti vaccinali nel territorio, in vista dell’avvio della seconda fase delle vaccinazioni, il primo cittadino ha poi accolto a Gualdo Tadino i tecnici della Usl Umbria 1, del distretto e della Regione, al fine di individuare la struttura più adatta da adibire a centro di vaccinazione anti Covid-19.

Dopo aver visionato il Palasport Carlo Angelo Luzi, ritenuto non idoneo per questioni di natura tecnica e logistica, su suggerimento del sindaco è stato valutato molto positivamente l’immobile di proprietà comunale in Piazza Federico II di Svevia (adiacente alla Scuola Media “Franco Storelli”), attuale sede dell’Associazione della Terza Età.

Attesa la risposta dell’Usl

In virtù di ciò, oggi (giovedì 18 febbraio), i tecnici del Comune hanno subito provveduto ad inviare all’Usl tutti i documenti richiesti per poter attivare il prima possibile nel suddetto centro un nuovo punto di vaccinale per la città e i Comuni confinanti. Si resta ora in attesa di comunicazioni in merito da parte dell’Usl Umbria 1. “In ogni caso va rimarcato – ha detto Presciutti – come l’implementazione della campagna vaccinale non potrà prescindere dall’aumento delle dosi di vaccino disponibile e dal rafforzamento del personale sanitario“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!