Concorsi, 1 posto da dirigente per titoli e colloquio

Concorsi, 1 posto da dirigente per titoli e colloquio

Il Comune di Spoleto bandisce 1 posto per la Direzione Sviluppo che ingloba anche cultura e fondi comunitari | Non richiesta la conoscenza della lingua straniera

share

Il Comune di Spoleto ha bandito un posto da dirigente per titoli e colloquio per la Direzione “Sviluppo”, ufficio che, dopo il nuovo assetto decretato dalla Giunta De Augustinis, ha le competenze in materia di beni culturali, sviluppo locale e il coordinamento della progettazione per i programmi europei di finanziamento. Una buona miscellanea di competenze che i candidati dovranno dimostrare di possedere per l’ambito posto di lavoro. L’incarico, che dovrebbe partire già dal prossimo autunno, scadrà con il mandato del Sindaco ovvero a giugno 2023 con possibilità di rinnovo per ulteriori 3 mesi.

I Requisiti

Per partecipare alla selezione è richiesto il possesso della Laurea (DL, LS o LM) e una esperienza triennale di lavoro subordinato nell’ambito degli Enti pubblici in posti di qualifica dirigenziale o direttiva con ruolo di posizione organizzativa. Accesso quindi sbarrato ai dirigenti del comparto privato, possibilità che era stata contemplata nei bandi del 2014 quando si ricercava un dirigente finanziario (in questi giorni si sta svolgendo la nuova selezione) e un posto per incarico di alta specializzazione con compiti pressoché simili a quelli richiesti oggi.

Cinque anni fa a vincere la prova furono rispettivamente Claudio Gori, già dirigente Kpmg e del Comune di Civitavecchia, e Sandro Frontalini, dirigente con le Giunte Brunini e Benedetti. La domanda può essere indirizzata per pec o consegnata a mano o per raccomandata r.r. entro il 26 agosto 2019.

La selezione

Il bando prevede una griglia di valutazione dei titoli, con punteggi da 0 a 9, tesi a valutare l’esperienza e la professionalità rispetto all’incarico, i ruoli di responsabilità ricoperti, la complessità organizzativa dell’ente in cui si è svolto il servizio e la specializzazione professionale, culturale e scientifica. Superata questa fase – il Comune si impegna a comunicare ai partecipanti il voto complessivo ottenuto dai titoli presentati – si svolgerà il colloquio su “motivazioni, attitudini e professionalità utili e necessarie all’espletamento delle funzioni da svolgere…sono funzionali le conoscenze in materia di ordinamento degli Enti locali, compreso l’ordinamento finanziario e contabile degli stessi, gestione e valorizzazione dei beni culturali, politiche dello sviluppo locale, codice degli appalti, ricerca e progettazione fondi europei e altri fondi di finanziamento”.


IL BANDO


Il nuovo assetto

Il municipio della città del festival si avvia ad un organico, escluso il Segretario comunale, con 4 dirigenti di ruolo e 2 a tempo determinato. Il primo blocco comprende Dina Bugiantelli (Direzione servizi alla persona, ad interim le è stata affidata anche la Direzione Sviluppo in attesa di espletare la relativa selezione),  Massimo Coccetta (Polizia locale), Luigi Tuffo (Direzione tecnica, chiamato a sostituire la collega Barbare Gentilini che lascerà l’incarico già dalla prossima settimana) e Stefania Nichinonni (Direzione ambiente,  turismo e protezione civile; da giugno ha perso la Direzione sviluppo economico). Non resta che attendere di conoscere i nominativi dei prossimi due dirigenti.

© Riproduzione riservata

 

share

Commenti

Stampa