Assessore nudo in diretta streaming | Imbarazzo in Consiglio comunale VIDEO - Tuttoggi

Assessore nudo in diretta streaming | Imbarazzo in Consiglio comunale VIDEO

Redazione

Assessore nudo in diretta streaming | Imbarazzo in Consiglio comunale VIDEO

Lun, 21/12/2020 - 19:44

Condividi su:


Assessore nudo in diretta streaming | Imbarazzo in Consiglio comunale VIDEO

Risate e imbarazzo tra i colleghi, peraltro non nuova ad episodi che anche recentemente sono finiti alla ribalta delle cronache nazionali

Ha lasciato inavvertitamente accesa la webcam ed è finito nudo sugli schermi della diretta streaming del consiglio comunale di Spoleto, al quale il malcapitato, l’assessore Francesco Flavoni, stava partecipando da remoto.

Risate e imbarazzo tra i colleghi e i membri dell’assise della città del festival, peraltro non nuova ad episodi che anche recentemente sono finiti alla ribalta delle cronache nazionali.

L’ultima in ordine di tempo è successa oggi – 21 dicembre – poco prima delle 17:30 quando l’assessore all’urbanistica Flavoni (espulso da poche settimane dalla Lega) all’improvviso ha iniziato a denudarsi, dalla cintola in su, dimenticando che la webcam era rimasta accesa.

Uno spettacolo non proprio edificante per la città considerando il contesto pubblico della vicenda e visto che il rappresentante dei cittadini non gode propriamente di un fisico da modello.

Episodio durato alcuni secondi (a seguire il video del momento preciso) sufficienti però a destare clamore nell’assise e probabilmente anche tra gli spettatori dello streaming; interrotto solo dal consigliere Di Cintio (Fdi) che è intervenuto chiedendo di spegnere la telecamera.

In quei momenti l’assessore Claudio Zucchelli stava relazionando su argomenti relativi a trasposto pubblico e non si capacitava del perché tutta l’assemblea stesse ridendo: “Adesso capisco il motivo delle risate – ha dichiarato successivamente – mi sembrava strano visto che stavo affrontando un tema così delicato”.

Dopo una buona ventina di minuti, Flavoni è tornato nuovamente in diretta chiedendo scusa a tutti i partecipanti e giustificando il fuori onda “per fare una medicazione”.

La notizia sta già facendo il giro di tutta la città (il video gira già su whattapp) e va a sommarsi ad altre gaffe già registrate nelle ultime settimane, come quando il presidente del Consiglio Sandro Cretoni, dimenticando questa volta il microfono acceso, offese l’aula dando degli “idioti” ai colleghi , o l’intervento del consigliere legista Stefano Proietti in difesa della sua folta capigliatura.

Gaffe finite su giornali e tv nazionali e c’è da scommetterci che anche questa varcherà i confini regionali.

di Carlo Ceraso e Sara Cipriani – ©Riproduzione riservata
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!