A Spoleto il concerto sinfonico della Young Talents Orchestra EY

A Spoleto il concerto sinfonico della Young Talents Orchestra EY

Presente al Festival dei 2Mondi la Fondazione EY Italia a supporto dell’istituto Serafico di Assisi.

share

Un’emozionante serata all’insegna del talento e della solidarietà, quella di ieri – 11 luglio – tenutasi al teatro Romano di Spoleto, grazie alla presenza della Fondazione EY Italia Onlus e all’esibizione della Young Talents Orchestra EY.

Nata nel 2012 la Fondazione EY ha come principio cardine quello di promuovere e realizzare progetti rivolti a giovani che vivono situazioni di disagio.

In particolare supporta organizzazioni che aiutano bambini e ragazzi a formarsi, a sviluppare e valorizzare competenze, che nelle loro condizioni “al momento” sfavorevoli, non riuscirebbero a far emergere.

E proprio riguardo al talento, sul palco del Teatro Romano, ieri sera si sono esibiti i ragazzi della Young Talents Orchestra EY.

Una possibilità unica

Un’orchestra sinfonica composta da giovanissimi tra i 17 e i 28 anni provenienti da tutta Italia, ognuno con la sua storia e percorso formativo, ma tutti accumunati dalla grande passione per la musica e dal sogno di poterla coltivare all’interno di una formazione sinfonica.

La Young Talents Orchestra EY rappresenta un unicum in Italia, poiché questi giovani musicisti hanno la possibilità di seguire gratuitamente corsi di alto perfezionamento, finalizzati all’approfondimento di ogni aspetto della musica d’insieme e del lavoro in orchestra.

Musiche di grande impatto emotivo

Una performance, quella proposta al pubblico di Spoleto, dal repertorio misto, aperta dalle musiche di Čajkovskij fino alla rivisitazione di colonne sonore di importanti film come quelle del Titanic e di Star Wars.

Grande approvazione a fine concerto per il direttore Carlo Rizzari e per il violino solista Gennaro Cardaropoli.

Come ricordato dagli interventi sul palco del sindaco della città  e presidente del Festival di Spoleto, Umberto De Augustinis, e dal direttore artistico, Giorgio Ferrara, l’intero ricavato della serata è stato devoluto dalla fondazione EY all’Istituto Serafico di Assisi per l’ampliamento del poliambulatorio specialistico per le cure clinico-terapeutico-riabilitative in favore dei bambini e giovani ospiti. Una realtà importante quella di Assisi, che da anni opera con efficacia ed efficienza garantendo sostegno ai ragazzi meno fortunati e alle loro famiglie.

Un impegno costante e soprattutto concreto

In generale la Fondazione EY offre loro supporto economico e strumenti per lo sviluppo di progetti:

  • di contrasto alla dispersione scolastica
  • di inserimento nel mondo del lavoro
  • di prevenzione e recupero dalla tossicodipendenza
  • di realizzazione di laboratori ludico-educativi
  • di valorizzazione dei talenti e delle eccellenze

share

Commenti

Stampa