Strisce blu e parcheggi, accordo da quasi 4 milioni di euro

Strisce blu e parcheggi, accordo da quasi 4 milioni di euro

Secondo il Pef sarebbe questo il guadagno ogni anno di Saba | Se le previsioni degli introiti fossero più basse di quanto previsto ci rimetterebbe palazzo dei Priori


Strisce blu che frutterebbero quasi quattro milioni di euro. Così tanto frutteranno strisce blu e parcheggi a pagamento nelle casse di Saba (ex Sipa) nel primo anno di rinnovo dell’accordo con il Comune di Perugia. Sì, perché se da una parte gli incassi di Saba saranno inferiori per via degli sconti attuati dall’amministrazione (quantificati in circa 300mila euro), la società che gestisce i parcheggi a pagamento della città sarà ricompensata dagli introiti delle nuove strisce blu e dall’allargamento delle nuove fasce orarie a Fontivegge, Elce e via dei Filosofi. A quanto racconta il Pef, il piano economico finanziaro, i ricavi dalle strisce blu e dai parcheggi a pagamento sarebbero 4 milioni di euro che aumenteranno nei prossimi tre anni: 3,7 milioni di euro nel 2017, 3,8 il prossimo anno e 3,9 nel 2019.

L’accordo con Sipa e l’ombra di nuove strisce blu

La convenzione

Una convenzione, quella tra il Comune di Perugia e Saba (ex Sipa), lunga un centinaio di pagine e in cui vengono messe nero su bianco i numeri che la società che gestisce i parcheggi a pagamento e le strisce blu cittadine si aspetta di incassare nel prossimo triennio. I quasi quattro milioni di euro di ricavo annuale non considera gli incassi del parcheggio del Mercato coperto, poichè dovranno essere effettuati dei lavori. Inoltre, nell’atto, viene anche specificato che se le previsioni degli introiti fossero più basse del previsto, a rimetterci sarebbe palazzo dei Priori. Come? Saba potrebbe decidere di non versare nelle casse del Comune il canone variabile rappresentato dal 4% degli incassi e ottenere nuove strisce blu. Se tutto dovesse andare per il meglio, invece, e i ricavi saranno superiori alle previsione del Pef, l’avanzo positivo finirà nelle casse di palazzo dei Priori. Infine un’altra piccola clausola: se Comune e Saba non dovessero trovare un accordo, l’azienda potrebbe annullare gli sconti concessi.

Nuovi spazi a pagamento

Intanto, per le nuove strisce blu tutto è rimandato di almeno 6 mesi. La motivazione? Ci sono tempi tecnici da rispettare. In via Ripa di Meana è prevista entro fine anno la riqualificazione dell’area e l’entrata m vigore della sosta a 1,50 euro al giorno con la gratuità per i residenti. A seguire la stessa sorte anche via Bistoni. Quest’area sarà inserita nel progetto di riqualificazione del primo anello urbano fuori dal centro storico.
Entro fine anno strisce blu e tariffa giornaliera di 1,50 euro con la gratuità per i residenti Piazza Italia. Entro sei mesi saranno creati i nuovi stalli con strisce blu a rotazione veloce, massimo due ore dalle 13 alle 20.1 posti residenti saranno garantiti in via Marzia dove sarà collocato il pilomat. In largo Libertà rimane tutto invariato, con la tariffa parcheggio applicata dalle 13 alle 20 negli orari di apertura della ztl.

Sconti

Gli sconti sulle strisce blu inizieranno a fine maggio e andranno a regime entro le celebrazioni de 20 giugno.

Ztl

Sul fronte Ztl bocche cucite. Per il momento il progetto di spostare i varchi da via Masi a via Baglioni rimane nel cassetto della giunta.
Aggiornato alle 15.

Stampa