Umbertide, Emergenza Parco scuola Garibaldi, "Degrado e siringhe" - Tuttoggi

Umbertide, Emergenza Parco scuola Garibaldi, “Degrado e siringhe”

Davide Baccarini

Umbertide, Emergenza Parco scuola Garibaldi, “Degrado e siringhe”

A dare l'allarme sono i gruppi consiliari del ‘M5S’ e di ‘Umbertide cambia’ / Proposto divieto ingresso a estranei durante orario scolastico
Mar, 18/11/2014 - 11:00

Condividi su:


Umbertide, Emergenza Parco scuola Garibaldi, “Degrado e siringhe”

Il Parco di di pertinenza delle scuole di via Garibaldi a Umbertide torna a far discutere. I gruppi consiliari del ‘Movimento 5 Stelle’ e di ‘Umbertide cambia’, tramite un’interrogazione congiunta, hanno infatti chiesto all’Amministrazione comunale, un intervento immediato per la sistemazione del sito, spesso frequentato da bambini dell’asilo e della primaria.

Le due forze di opposizione e i rispettivi capigruppo, Valentina Pigliapoco e Claudio Faloci, oltre a lamentare il degrado, la sporcizia e perfino le pessime condizioni dei giochi, affermano che nel parco “sono stati reperiti e fotografati resti di materiale usato per scaldare l’eroina e alcune siringhe”.

Oltre a un problema di manutenzione, però, ne esiste un altro legato alla sicurezza: “All’interno del parco – puntualizzano M5S e Umbertide Cambia – ci sono infatti almeno due idranti che presentano vetri rotti e sportelli scardinati. Delle staccionate esistenti sono rimaste solo alcune parti isolate e nemmeno complete che non hanno più alcuna funzionalità e dal terreno sporgono tubi che possono costituire fattore di pericolo”.

Tra le richieste dei pentastellati e di Umbertide cambia c’è quella di precludere l’ingresso al parco, durante l’orario di scuola, a tutti coloro che non siano i piccoli alunni, scongiurando di fatto “strane” attività da parte di estranei.

I gruppi di opposizione, infine, hanno dichiarato che la pessima condizione del parco, che andrebbe analizzata “prima che la situazione degeneri”, potrebbe essere un’ulteriore incentivo per “affrontare con un’altra attenzione, e senza ipocrisia, i problemi della sicurezza e della diffusione di droghe”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!