Tevere, torna allarme inquinamento "Acqua grigio-marrone e odori nauseabondi"

Tevere, torna allarme inquinamento “Acqua grigio-marrone e odori nauseabondi”

Davide Baccarini

Tevere, torna allarme inquinamento “Acqua grigio-marrone e odori nauseabondi”

Mar, 07/06/2022 - 09:58

Condividi su:


Sandro Zucchini degli Amici del Tevere denuncia le condizioni del fiume e i possibili sversamenti inquinanti "Ogni anno la stessa storia"

Acqua grigia, tendente al marrone, chiazze oleose, schiuma e odori nauseabondi. E’ questa la condizione in cui si presenta il Tevere, da ormai 10 giorni, a Umbertide, dove purtroppo non è affatto la prima volta che succede.

A denunciare le condizioni pietose del fiume, nonostante i recenti rilasci di acqua pulita provenienti da Montedoglio, è Sandro Zucchini degli Amici del Tevere: “Come succede tutti gli anni ad ogni piccola pioggia il fiume viene inesorabilmente inquinato da mascalzoni e truffatori, che scaricano sulle acque liquami e materiali chimici, senza che nessun organo predisposto alla tutela intervenga. Non si può permettere a questi delinquenti di continuare a perpetrare questo scempio. Nemmeno i pesci mangiano più come prima”.


“Schiuma bianca” sul Tevere, sono liquami animali. Trovato presunto responsabile


A far temere ipotetici sversamenti sarebbe il fatto che il fiume si sia sporcato solamente nel tratto dalla confluenza dell’affluente Nestore, da Trestina in giù:Vorrei sapere – aggiunge Zucchini – come mai dalla centralina sul ponte del fiume Tevere, a Umbertide, non vengono visti questi dati e quando mai l’Arpa interverrà, premesso che la stessa, come sempre, dirà che la colpa è del campo gara e dei lavori fatti, nonostante l’acqua sporca proviene da 15 km a monte”.

E a proposito di campo gara, lo scorso 5 giugno, proprio Umbertide ha ospitato circa 300 persone provenienti da mezza Italia per la pesca sportiva, che purtroppo si sono trovate davanti un fiume tutt’altro che pulito o presentabile. Ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni” ha concluso il rappresentante degli Amici del Tevere. “Ieri ho fatto due volte su e giù tra Niccone e Castello, – commenta infine un cittadino – il fiume a Promano é piuttosto velato ma da Montecastelli peggiora molto, lo sversamento deve venire da lì”. Intanto c’è anche chi annuncia esposti o denunce…

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!