Terremoto, a Spoleto altri 73 immobili 'non utilizzabili' - Tuttoggi

Terremoto, a Spoleto altri 73 immobili ‘non utilizzabili’

Sara Fratepietro

Terremoto, a Spoleto altri 73 immobili ‘non utilizzabili’

Pubblicato il terzo elenco dell'esito delle procedure Fast | C'è anche il palazzo della Spoleto Credito e servizi
Lun, 20/02/2017 - 11:07

Condividi su:


Terremoto, a Spoleto altri 73 immobili ‘non utilizzabili’

E’ stato pubblicato oggi il terzo elenco degli edifici dichiarati “non utilizzabili” a Spoleto dopo le scosse di terremoto degli ultimi mesi in seguito ai controlli con procedura Fast. L’elenco contempla 73 nominati per altrettanti edifici. Tra questi c’è anche palazzetto Pianciani, l’edificio nell’omonima piazza che ospita la sede della Spoleto Credito e Servizi.

QUI IL TERZO ELENCO DEGLI IMMOBILI NON UTILIZZABILI A SPOLETO

In tutto attualmente sono oltre 230 gli edifici giudicati “non utilizzabili” con procedura Fast, a cui si aggiungono tutti quelli su cui è stata emessa già nei mesi scorsi una scheda Aedes. I proprietari degli immobili in questione ora dovranno attivarsi con tecnici privati per redigere la scheda che confermi o meno l’inagibilità dell’edificio ed il grado di danno avuto. In base a questo possono già essere effettuati i lavori di ristrutturazione per chi ha avuto un danno giudicato lieve (esito B o C della scheda Aedes).

>> Articolo correlato: Terremoto, pubblicato il secondo elenco di immobili ‘non utilizzabili’ a Spoleto

Secondo quanto ricordato la settimana scorsa dal sindaco Fabrizio Cardarelli, attualmente ci sono circa 370 nuclei familiari (orientativamente 850 persone) fuori casa. Ben 6.500 sono state le richieste di sopralluogo, di cui 2.251 oggetto di verifiche con scheda Aedes e 2.016 con procedura Fast, mentre ne rimangono 2.400 ancora da effettuare. I controlli però ora dovrebbero procedere in maniera più spedita. Il Centro operativo regionale della Protezione civile ha infatti finalmente inviato alla città di Spoleto almeno 10 squadre che potranno quotidianamente effettuare i controlli, con l’obiettivo di terminare le verifiche entro la fine del mese di febbraio.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!