Ternifestival: il programma di oggi

Ternifestival: il programma di oggi

share

Il Festival di Terni si prepara al suo ultimo week end e sabato 22 settembre saranno tante le novità che saranno presentate in collaborazione con Terni On. In prima assoluta la statunitense Laurel Jay Carpenter presenterà CHARME, la performance itinerante esito di una residenza artistica presso il CAOS, che esplora i temi della passione, del desiderio e della perdita come diverse età della vita della donna. In questo caso è la mezza età, che corrisponde al desiderio e all’amore, ad essere messa a fuoco. CHARME, ispirato al titolo del famoso fotoromanzo italiano, si svolge nell’arco di alcune ore nei luoghi più romantici della città, sia storici che contemporanei. In termini visivi l’artista traduce il peso di un’immagine stereotipata del romanzo con un abito bianco addobbato con un festone di fiocchi cui sono legati centinaia di pacchettini regalo rossi, restituendo una visione fuori dal comune della donna in preda al desiderio. Può una finzione estremizzata rivelare l’autenticità di una condizione umana? In CHARME l’artista coinvolge il pubblico nella narrazione delle peregrinazioni di una donna in cerca d’amore. Gli spettatori potranno seguire la performance vedendola dispiegarsi pian piano sotto i propri occhi. Oppure potranno carpirne solo un frammento passeggiando, vedendo solo un dettaglio di un disegno più ampio. La donna forse lascerà un po’ della sua speranza in ogni luogo in cui passerà. CHARME sarà, in prima assoluta, in Corso Vecchio e nel centro città a partire dalle 16:00 di sabato 22 settembre. Può un’escavatrice, con la sua mole vertiginosa, trasmettere eleganza e bellezza? Con TRANSPORT EXCEPTIONNELS della compagnia Beau Geste il pubblico assisterà ad “un incontro inaspettato fra ferro e carne”. Dalla macchina sorgerà una tensione con il corpo del danzatore e il braccio dell’escavatrice diverrà una sorta di braccio umano che “prende, scaccia via oppure accarezza”. TRANSPORT EXCEPTIONNELS sarà al festival, in prima nazionale, in Piazza della Repubblica sabato 22 settembre alle 17:30 e alle 20:00. Un’altra prima italiana sarà quella di VILLA+DISCURSO di Guillermo Caldéron, due diverse performance legate da uno scambio di idee, immagini ricorrenti e una visione comune. Sono messe in scena una dopo l’altra con un intervallo di 10 minuti e hanno come protagoniste le stesse attrici. In VILLA tre donne discutono sul futuro di Villa Grimaldi, il centro di tortura e interrogatori del regime di Pinochet. DISCURSO mette in scena un immaginario discorso di congedo alla nazione della presidente Michelle Bachelet. VILLA+DISCURSO sarà in scena, in prima nazionale, sabato 22 settembre alle ore 20:45domenica 23 settembre alle ore 18:30 presso lo Studio 1. Sabato 22 settembre alle 22:00 e alle 00:30 tutti con il naso all’insù per la performance di danza verticale ATTO BIANCO della compagnia Il Posto. La drammaturgia di ATTO BIANCO è ispirata al tema dell’arca e dello spostamento. Non si tratta di una storia con una trama lineare, ma di un quadro di immagini che ci suggeriscono una dislocazione, un trasferimento da un luogo ad un altro, un movimento che attiva lo spazio in un’altra veste, interpretato dalla danza che trasformerà quel luogo abituale in uno spazio nuovo, con una prospettiva visiva diversa e assolutamente suggestiva. Il linguaggio della coreografia e della musica ridefiniscono e alterano la percezione dell’edificio che sembra in movimento, con una prospettiva mai vista. ATTO BIANCO sarà alla BCT-Biblioteca Comunale sabato 22 settembre alle 22:00 e alle 00:30.

share

Commenti

Stampa