TERNIENERGIA, APPROVATO BILANCIO 2010. UTILI PARI A 99,9 MILIONI DI EURO, +113% RISPETTO AL 2009 - Tuttoggi

TERNIENERGIA, APPROVATO BILANCIO 2010. UTILI PARI A 99,9 MILIONI DI EURO, +113% RISPETTO AL 2009

Redazione

TERNIENERGIA, APPROVATO BILANCIO 2010. UTILI PARI A 99,9 MILIONI DI EURO, +113% RISPETTO AL 2009

Dom, 24/04/2011 - 20:44

Condividi su:


L’assemblea degli azionisti di TerniEnergia, società attiva nel settore dell’energia da fonti rinnovabili quotata sul segmento Star di Borsa Italiana, riunitasi lo scorso giorno sotto la presidenza del Presidente e Amministratore delegato prof. Stefano Neri, ha esaminato e approvato all’unanimità il progetto di bilancio e preso atto della presentazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2010. I Ricavi netti consolidati ammontano a Euro 99,9 milioni con un incremento del 113% (Euro 46,8 milioni al 31/12/2009) attribuibile all’ottimo andamento della gestione operativa. Il Gruppo ha consolidato la propria leadership nel segmento EPC per la fornitura “chiavi in mano” di impianti fotovoltaici di media e grande dimensione, realizzando 76 nuovi impianti, per una potenza di 77,2 MWp, più che raddoppiata rispetto alla potenza installata nel 2009 (27,2 MWp).
Il margine operativo lordo (EBITDA), pari a Euro 14,6 milioni, registra un incremento del 100% rispetto all’esercizio precedente. La variazione positiva dell’EBITDA è da ricondurre sia ai crescenti volumi di potenza installata, sia all’ottimizzazione dei processi aziendali e alle relative economie di scala.
Il risultato operativo (EBIT) è pari ad Euro 13,8 milioni (Euro 7,0 milioni al 31/12/2009), dopo ammortamenti ed accantonamenti per Euro 0,9 milioni.
L’Utile netto di periodo ammonta ad Euro 9,0 milioni, con un incremento di Euro 5,3 milioni rispetto al 2009 (+142,2%).
La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 5,7 milioni. Sebbene in crescita rispetto all’esercizio chiuso il 31 dicembre 2009, la PFN rimane molto limitata rispetto al volume di installazioni effettuate nel 2010. Il gearing ratio (PFN/Patrimonio Netto) si è ridotto dal 20,1% al 19,1%.

L’Assemblea degli Azionisti ha, altresì, approvato la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,19 per azione ordinaria (doppio rispetto al dividendo distribuito nel 2010, pari a Euro 0,10 p.a.) al lordo delle ritenute di legge e al netto delle azioni proprie. Il dividendo sarà messo in pagamento, tramite gli intermediari autorizzati, il 12 maggio 2011, con stacco della cedola n. 2 in data 9 maggio 2011.

L’assemblea ha infine deliberato in merito all’adeguamento dei compensi della Società di Revisione PricewaterhouseCoopers, a motivo delle nuove acquisizioni di partecipazioni in società controllate e in Joint Venture che comportano un maggior impiego di risorse da parte della società di revisione.

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dott. Paolo Allegretti, dichiara, ai sensi del comma 2 dell’art. 154-bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!