Terni, Imu e Tasi è ora di pagare

Terni, Imu e Tasi è ora di pagare

Il 16 dicembre è l’ultimo giorno utile per regolare il saldo | Come fare per non commettere errori

share

Arriva il Natale ma prima di scartare i regali i ternani dovranno aprire il portafogli e pagare le tasse di fine anno. L’assessorato al Bilancio informa che entro il prossimo 16 dicembre dovranno essere effettuati i versamenti relativi alla rata di  saldo delle imposte Imu e Tasi per l’anno 2016.

IMU è l’acronimo di Imposta Municipale Unica. Ha sostituito la vecchia Ici, l’Irpef e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati. Dovrà essere pagata dai proprietari di immobili o i titolari di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. L’Imu con la legge di Stabilità 2014 non è più dovuta sulla prima casa e relative pertinenze. L’unica eccezione riguarda il caso in cui l’immobile è indicato come di lusso per le quali continua ad applicarsi l’aliquota ridotta e la detrazione di 200 euro.

Tasi invece è l’acronimo di Tassa sui Servizi Indivisibili, la nuova imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014. L’imposta riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale. La Tasi è pagata da chi possiede o detiene, a qualsiasi titolo, fabbricati e aree edificabili, ad eccezione, dei terreni agricoli e dell’abitazione principale.

Su internet ci sono molti siti che consentono di fare un calcolo più o meno preciso delle imposte ma per non commettere errori è possibile consultare la sezione Imu e Tasi del sito amministrativo del Comune di Terni. Il calcolo dell’imposta dovuta dovrà essere eseguito sulla base delle aliquote e delle detrazioni approvate con delibera del Consiglio Comunale ed il versamento sarà effettuato a conguaglio delle somme versate nella rata di acconto.

Per maggiori informazioni l’ufficio Tributi  effettua servizio di sportello il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12, il martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30, nella sede di palazzo Pierfelici (Piazza Ridolfi, 39) e ai contatti telefonici 0744 549644-590-502-684.

share

Commenti

Stampa