Successo confronto tra candidati sindaco targato Tuttoggi / Schermaglie Brunini-Rossi, Video - Tuttoggi

Successo confronto tra candidati sindaco targato Tuttoggi / Schermaglie Brunini-Rossi, Video

Carlo Ceraso

Successo confronto tra candidati sindaco targato Tuttoggi / Schermaglie Brunini-Rossi, Video

Botta e risposta / Quizzone finale su diritto e frazioni / Leggi i cv / Agenda: Lorenzin in ospedale con Cardarelli, Marini con Rossi a V. Redenta, Coltorti presenta lista
Ven, 02/05/2014 - 11:59

Condividi su:


Un’ora di confronto serrato sui temi della pubblica amministrazione più cari ai cittadini, in cui non sono mancate “aperture” sul programma, battute di spirito, ma anche qualche “ceffone”. E’ stato un successo  il primo confronto tra candidati sindaco organizzato da Tuttoggi.info al Palaeggi, evento moderato dal direttore Carlo Ceraso e che ha visto i giornalisti Cesare Bertoldi (Corriere dell’Umbria), Ilaria Bosi (Il Messaggero) e Massimo Sbardella (Giornale dell’Umbria) intervistare i sei in lizza per lo scranno più prestigioso della città. Ad aprire l’incontro il direttore editoriale Leonardo Perini che ha presentato la nuova veste grafica del quotidiano on line umbro e le nuove iniziative della società editrice Syn-Media.

Le domande dei giornalisti hanno acceso il dibattito sui temi più importanti del momento: dalla crisi economica alla perdita di autorevolezza della città, dalla “litigiosità” di Spoleto e degli spoletini al bisogno di superare ogni ideologia politica per il bene della città, ai programmi delle singole liste.

Così, in rigoroso ordine alfabetico, Massimo Brunini (lista civica Vince Spoleto) ha posto l’accento sulla scarsa autorevolezza della città a livello regionale e nazionale negli ultimi anni e sull’aumento indiscriminato dei costi a carico dei cittadini da parte delle aziende partecipate. Fabrizio Cardarelli (liste Rinnovamento e Spoleto Popolare) ha sottolineato ancora una volta la necessità di mettere mano ai conti del bilancio e di dialogare con quelle che una volta potevano chiamarsi “banche del territorio”, ma che ora applicano tassi di interesse elevatissimi. Maura Coltorti (Sinistra per Spoleto) ha promesso l’istituzione di un fondo di solidarietà a cui potrebbero partecipare enti, fondazioni e istituti di credito per aiutare chi non ha più i soldi per arrivare a fine mese. Giampaolo Emili (lista Due Mondi, Forza Italia/Udc, Fratelli d’Italia, lista Destre Unite), secondo cui la carta vincente per rilanciare Spoleto è quella del dialogo con tutte le forze politiche e sociali e di ripopolare il centro storico concedendo agevolazioni a chi possiede immobili sfitti. Per Guido Grossi (Movimento 5 Stelle) bisogna partire dall’impresa per creare ricchezza, fare progetti per creare lavoro, e promette 3 milioni di turisti l’anno e la piena occupazione in 10 anni. Dante Andrea Rossi (Pd – Sel – Socialisti Riformitsti e Spoleto dei Valori – Prima Spoleto Sì) vuol battersi proprio per superare la cronica litigiosità di Spoleto, sia sul piano interno che con gli altri territori, rilanciando l’idea di una stretta sinergia con Foligno e Terni per “crescere insieme”.

Le schermaglie – Non è mancato qualche momento di tensione tra il passato (Brunini) e il presente (Rossi) del Partito Democratico. Il primo ha definito il Pd locale un “caso anomalo, senza autorevolezza e colpevole del mancato sviluppo della città” e puntato il dito contro il suo avversario anche per “le scelte compiute quale segretario provinciale”. Parole alle quali Rossi ha replicato aspramente ricordando i decenni da amministratore di Brunini e il “suo” PRG “pensato per una città di 60mila abitanti…è ora di finirla con slogan e falsità, bisogna fare chiarezza una volta per tutte altrimenti sembra che sia accaduto tutto negli ultimi 5 anni”. Ad ‘infilare’ l’ex leader maximo anche il professor Cardarelli che è tornato a puntare l’indice sul buco di bilancio che ha fatto rischiare il default alla città. Una curiosità: al Palaeggi è arrivato anche l’onorevole Alessandro Di Battista del M5S (accompagnato dal senatore Stefano Lucidi) per salutare il candidato Grossi. Il parlamentare aveva preso parte a un comizio a Spoleto al quale Grossi aveva invece dovuto rinunciare per essere presente all’evento di Tuttoggi.info. Di Battista ha preferito attendere fuori dal PalaEggi per non disturbare l’evento.

Quizzone – La calma è tornata tra i candidati grazie al quizzone proposto a sorpresa da Tuttoggi.info che li ha costretti a concentrarsi sulle domande. Due quesiti, estratti a sorte dagli stessi protagonisti, per testare la loro conoscenza del diritto (costituzionale e amministrativo)  e delle frazioni di Spoleto. Più che altro un gioco, senza alcuna pretesa di incidere sulla credibilità dell’uno o dell’altro candidato, anche perché è evidente che chi ha già avuto esperienze amministrative poteva partire avvantaggiato. Tanto è vero che non il moderatore Ceraso ha sorvolato su chi cercava l’aiutino, ora dal collega-avversario a fianco, ora anche dai giornalisti o guardando alla platea. GUARDA IL VIDEO DELL’INCONTRO

CURRICULA E AGENDA: di seguito i curricula e il programma elettorale, così come presentati sinteticamente dagli stessi candidati

Massimo Brunini (Candidato della Lista civica “Vince Spoleto”)

C.v.: nato a Spoleto 2 Dicembre 1943. Diplomato come Perito Chimico. 30 anni come Tecnico Analista all’Ospedale di Spoleto. Nel 1960 inizia militanza politica. Diverse volte Consigliere, Assessore, Presidente della Comunità Montana per due volte. Eletto due volte Sindaco della Città di Spoleto 1999-2009. Collabora con la Cosman

Programma: Ripartire da dove si è lasciato. Recuperare l’autorevolezza della Città. Il Bilancio Comunale come elemento di Sviluppo. Il Polo Giudiziario: tutelare il ruolo di Spoleto. Lavoro e sviluppo Economico: puntare sul pluralismo dei settori economici, valorizzare al meglio il marchio territoriale. Cultura: qualità e quantità del patrimonio monumentale, manifestazioni internazionali e potenziamento del ruolo Unesco. Turismo, Istruzione e Formazione. Sanità, Viabilità, Ambiente e Paesaggio: tutela dei beni culturali e del paesaggio, Sport. Rinegoziare il ruolo delle Aziende Partecipate, garanzia dei servizi.

Fabrizio Cardarelli (candidato liste civiche “Rinnovamento” e “Spoleto Popolare”)

C.v.: 57 anni, spoletino, sposato con due figli. Laureato in fisica, è stato ufficiale di artiglieria. Docente in vari Istituti di Spoleto è stato progettista e responsabile produzione Altay Scientific e Tema SpA. E’ stato Assessore alla Istruzione, Presidente Spoleto Credito e Servizi, presidente Monini Volley. Dal 2009 capogruppo di Rinnovamento

Programma: Le nostre priorità sono le troppe famiglie senza reddito o che lo hanno visto ridotto, il degrado del centro storico e delle frazioni, la crescente microcriminalità, disoccupazione, perdita di centri di eccellenza nell’agroalimentare, artigianato e formazione; la deturpazione del territorio con inutili cementificazioni. Mai più disparità e trattamenti clientelari. Riorganizzeremo la macchina comunale recuperando e valorizzando le tante risorse sottoutilizzate per un Comune ‘aperto’ di cristallo. Tutela della salute del cittadino e del territorio a partire dalla salvaguardia dell’Ospedale. Agenda: oggi alle 16 il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin visiterà l’Ospedale di Spoleto accompagnata dal candidato Cardarelli e dai consiglieri comunali Gianmarco Profili e Antonio Cappelletti.

Maura Coltorti  (candidata Sinistra per Spoleto)

C.v.: Nata a Spoleto, sposata con un figlio. Artigiana nel settore della decorazione e restauro, al momento disoccupata. Inscritta Anpi. Dal 2008 è membro della segreteria provinciale del Partito di Rifondazione Comunista e segretaria del circolo cittadino dal 2008. Nel 2013 è stata Candidata al senato con Rivoluzione Civile. Impegnata nelle battaglie locali e nazionali a difesa dei diritti.

Programma: Per noi il Comune è l’istituzione più vicina ai cittadini quindi vogliamo che sia l’elemento catalizzatore delle loro istanze promuovendo iniziative che rivalutino il concetto di solidarietà (fondo di solidarietà anticrisi), che stimolino la creazione di nuovo lavoro (turismo,rilancio centro storico) e tutelino quello esistente. Dovrebbe salvaguardare e difendere il diritto a servizi, casa, salute, asili nido, mense ecc. attraverso una gestione pubblica ed efficiente, adottare la strategia rifiuti zero e rendere i cittadini nuovamente protagonisti attraverso forme di democrazia partecipata. Agenda: sabato 3 maggio, ore 18, presso palazzo Leonetti Luparini presentazione della lista civica “Sinistra per Spoleto”

Giampaolo Emili (candidato delle liste civiche “Due Mondi”, Forza Italia e Udc, Fratelli d’Italia e lista Destre Unite)

C.v.: Perito elettronico, specializzazioni in Manager delle vendite, servizi Commerciali e Marketing Strategico. Agente Generale di Assicurazione per primario gruppo Italiano e promotore Finanziario. Alcune iniziative per Spoleto: Pista minimoto, Anno Menottiano, Vini nel Mondo, Spoleto Tipica, Confcommercio e Don Matteo.

Programma: Riorganizzazione apparato Comunale con particolare riferimento al metodo di lavoro. Sindaco di quartiere (no costi aggiuntivi), per collegare amministratori e cittadini. Creazione del Prodotto Spoleto,per promuovere adeguatamente le nostre unicità, con una piattaforma pubblico privato. 102 Frazioni da valorizzare, da rivitalizzare e offrire a concittadini e turisti. Attenzione alla cultura dell’agricoltura, per valorizzare i nostri prodotti contestualizzandoli nella cultura e nelle tradizioni della terra. Festival motore della vita e dell’economia, per proseguire lo spirito originale del Festival in un contesto socio economico profondamente mutato.

Guido Grossi (candidato Movimento 5 Stelle)

C.v.: 59 anni, laurea in giurisprudenza con 110 e tesi in Diritto Amministrativo; dal 1981 al 2007 in BNL, fino a divenire responsabile Mercati Finanziari. Importanti  cariche nel mondo della finanza italiana. Uscito con una incentivazione all’esodo nel 2007. A Spoleto gestisce un piccolo agriturismo, fa parte di alcune associazioni cittadine.

Programma: Buona amministrazione: eliminazione spese clientelari; bilancio trasparente, riforma comune, revisione dei rapporti con partecipate e società di gestione, valorizzazione patrimonio pubblico, partecipazione. Una Tv per Spoleto. Rilancio dell’economia: Piano Pluriennale Partecipato di Sviluppo con obiettivo meno 50% disoccupazione entro 5 anni; piena occupazione nel 2ndo mandato. Un buono comunale di solidarietà per l’economia di Spoleto. Riconversione dell’agricoltura, da chimica/industriale a naturale; rilancio dell’artigianato di qualità e piccola industria; Progetto Sistema Turistico per portare i flussi a 3 milioni di presenze all’anno

Dante Andrea Rossi (candidato Partito democratico, Prima Spoleto Sì, Sinistra Ecologia e Libertà, Socialisti riformisti Spoleto dei valori)

C.v.: Dante Andrea Rossi  ha 42 anni  ed è nato a Spoleto. Diplomato al Liceo Classico, ha frequentato la Facoltà di Giurisprudenza presso l’UniPerugia. E’ istruttore amministrativo. Membro di alcune associazioni  fra cui l’ANPI. Dal 2009 al 2010 è stato vice sindaco di Spoleto. Dal 2010  è Segretario Provinciale e membro del Regionale del PD. Ama il cinema, la lettura e fare sport.

Programma: No città litigiosa, divisa e isolata: massimo impegno per Spoleto migliore. Solo il centrosinistra ha visione comune con Regione e Governo. Un Comune amico, dinamico e certificati anche di domenica. Totale trasparenza, fino all’ultimo centesimo di spesa. Infrastrutture essenziali: Tre Valli, Flaminia, Stazione, Area industriale. Cultura e Turismo: risorse per la rigenerazione e lo sviluppo sostenibile. Più asili nido:  sostegno al reddito per la retta; più case per le giovani famiglie. Costruiamo meno, meglio, più spazi pubblici di aggregazione. Rifiuti: più ambiente, più riciclo, meno spesa. Ospedale, eccellenza da difendere e migliorare, meno liste d’attesa. Agenda: mercoledì 7 maggio incontro a Villa Redenta con la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini.

Riproduzione riservata ©

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!