Spoleto, ecco che fine fanno i soldi delle multe - Tuttoggi

Spoleto, ecco che fine fanno i soldi delle multe

Jacopo Brugalossi

Spoleto, ecco che fine fanno i soldi delle multe

Quelle degli autovelox interamente destinati alla sicurezza stradale, le altre per il 50%
Sab, 25/10/2014 - 09:09

Condividi su:


Spoleto, ecco che fine fanno i soldi delle multe

“Chissà che fine fanno i soldi delle multe”. Chi, almeno una volta nella vita, dopo aver violato il codice della strada e pagato la relativa sanzione non si è posto questa domanda. A spiegarlo è una delibera che la giunta comunale ha adottato il 12 settembre scorso e che è stata pubblicata ieri all’albo pretorio online dell’ente. I proventi previsti dal comune per il 2014 ammontano a 2,4milioni di euro, cifra che somma le sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni al codice della strada (1 milione) e per il superamento dei limiti di velocità registrati dagli apparecchi elettronici fissi o mobili (1,4 milioni). E’ lo stesso articolo 208 del Codice della Strada a disporre la destinazione di almeno la metà dei proventi delle sanzioni per violazioni al CDS.

Strade più sicure – Poco più di 500mila euro per il comune di Spoleto (500.139,25 per la precisione), che verranno così redistribuiti. 125.034,75 euro sono destinati ad interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento, messa a norma e manutenzione della segnaletica stradale: 55mila euro per l’illuminazione pubblica e i servizi, 35mila euro per la segnaletica verticale, 35.034,75 per quella orizzontale. Più pesante l’investimento nelle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature. Dei 195.502 euro previsti, 90mila sono destinati al progetto di potenziamento ‘Controllo Sicurezza Stradale’, 30mila al progetto ‘Controllo Sicurezza Urbana’, circa 70mila al noleggio di mezzi e attrezzature da parte della Polizia Municipale, tra cui gli autovelox. I restanti 179.602,50 euro sono invece destinati ad altre attività finalizzate al miglioramento della sicurezza stradale, di cui 98.500 per l’ampliamento e potenziamento del controllo del territorio in orario serale, notturno, festivo e infrasettimanale nel periodo estivo e per particolari eventi. Ci sono però anche 67mila euro per le misure previdenziali e assistenziali nei confronti dei Vigili Urbani.

Dagli autovelox – Il milione e 400mila euro che il comune prevede di incassare dagli autovelox verrà invece interamente reinvestito in progetti di sicurezza stradale. Tra gli importi più significativi quello relativo alla manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, comprese segnaletica e barriere (430mila euro fanno capo al comune, 660.567 all’A.Se.), ma non mancano importi più piccoli destinati ad operazione ‘strategiche’, come i 14.022 euro per assicurare quotidianamente la presenza della Polizia Municipale all’entrata e all’uscita dei bambini dalle scuole o i 45.640 per il controllo dei limiti di velocità nelle frazioni.

Mezzo milione a bilancio – Fuori dal computo rimangono i 499.860,75 euro non ‘vincolati’ dall’articolo 208 del Codice della Strada, che l’amministrazione destinerà alle spese generali dell’ente nel bilancio 2013 nonché, a quanto dovuto per legge, agli enti proprietari di strade non comunali. La giunta ha stabilito inoltre che non verranno sostenute spese al di fuori di quanto verrà effettivamente riscosso coi proventi delle contravvenzioni nell’arco del 2014.

Riproduzione riservata ©

Aggiungi un commento