Spoleto, clima caldo sul bilancio | Proietti lascia presidenza commissione - Tuttoggi

Spoleto, clima caldo sul bilancio | Proietti lascia presidenza commissione

Sara Fratepietro

Spoleto, clima caldo sul bilancio | Proietti lascia presidenza commissione

Proietti per ora rimane nel gruppo Rinnovamento, ma la maggioranza trema | Variazioni di bilancio per consentire manutenzioni stradali e scolastiche per oltre 700mila euro
Mar, 25/07/2017 - 19:38

Condividi su:


Clima caldo questa mattina per la seduta di Prima commissione con oggetto alcune pratiche relative al bilancio dopo le polemiche degli ultimi giorni ed i dubbi sollevati dai consiglieri comunali Alessandro Cretoni e Giampaolo Emili sul conto consuntivo 2016 (qui la conferenza stampa e qui la replica del Comune).

Ad aprire la seduta è stata la comunicazione di Stefano Proietti che ha annunciato le sue dimissioni da presidente della Commissione bilancio e da vice capogruppo di Rinnovamento. Il consigliere rimane comunque al momento all’interno del gruppo di maggioranza, anche se non sono un mistero i suoi mal di pancia. Per le forze che sostengono il sindaco Fabrizio Cardarelli la situazione si fa critica, visto che se venisse meno il sostegno di Proietti, la risicatissima maggioranza in consiglio comunale cadrebbe. Il primo banco di prova sarà il consiglio comunale convocato per giovedì, anche se le variazioni al bilancio per essere approvate non hanno bisogno di maggioranza qualificata. Intanto ieri mattina dopo aver partecipato alla prima parte della commissione (che è stata presieduta dal vicepresidente Armadoro), Stefano Proietti è uscito non prendendo parte alle votazioni.

Bilancio continua a far discutere – Proprio i temi che saranno affrontati, alcune variazioni di bilancio, sono stati discussi questa mattina in commissione. Una seduta particolarmente partecipata, viste appunto le polemiche in corso. Oltre ai membri della commissione (Proietti, Armadoro, Dell’Anno, Settimi, per la maggioranza, Capitani, Rossi, Bassetti per l’opposizione) erano presenti infatti anche Panfili, Emili e Alessandro Cretoni. Ed alla fine della riunione c’è stato anche il tempo per discutere del famoso allegato 10 al bilancio, quello contestato da Emili e Cretoni durante la conferenza stampa di sabato. A dare i chiarimenti tecnici del caso è stato il dirigente finanziario Claudio Gori, che si è risentito anche per essere stato tacciato di poca chiarezza, dicendosi invece sempre disponibile a fornire tutte le informazioni utili in qualunque situazione. I due consiglieri di minoranza, però, sono rimasti sulle loro posizioni.

Progettisti asilo San Giacomo saranno pagati – Il primo punto ad essere affrontato è stato il riconoscimento di un debito fuori bilancio di circa 30mila euro relativo alle progettazioni per il nuovo asilo nido di San Giacomo, in realtà mai realizzato. Il lavoro svolto dai tecnici a cavallo tra il 2010 e il 2011, però, era stato prima inserito in bilancio (con il pagamento previsto tramite dei mutui, cosa che attualmente la normativa non prevede) e poi tolto. Finalmente i tecnici che avevano all’epoca lavorato al progetto saranno liquidati, con la soddisfazione dei consiglieri di maggioranza ed anche di quelli del Pd; questi ultimi tuttavia non hanno partecipato al voto (“Siamo favorevoli nella sostanza ma contrari nella forma” ha spiegato Capitani), mentre voto contrario lo ha espresso la consigliera M5s Elisa Bassetti.

Variazioni di bilancio per terremoto e manutenzioni – All’attenzione della commissione anche delle variazioni d’urgenza al bilancio previsionale 2017 – 2019 e l’assestamento di bilancio e salvaguardia degli equilibri anno 2017 pari a oltre 5 milioni di euro che prevede anche manutenzioni stradali per quasi 700mila euro ed alle scuole per circa 90mila (anche se per le scuole è a disposizione ancora un fondo vincolato di circa 1 milione di euro di cui ne sono state spese solo 140mila euro, come chiarito da Gori su richiesta di Bassetti). Molte variazioni sono in realtà partite di giro, anche relative alle assunzioni per il terremoto ed al contributo per l’autonoma sistemazione. Tra le entrate, 125mila euro in più arrivano dall’addizionale Irpef relativa al 2015, mentre 250mila euro arriveranno dalla Regione per il restauro dell’ex caserma Minervio, fondi possibili grazie al ribasso d’asta per i lavori della Rocca. Varie le manutenzioni in programma, grazie anche allo svincolo di alcuni fondi vincolati.

Al lavoro per acquisto Palatenda – Tra le pieghe dell’assestamento di bilancio spunta anche la donazione che la Croce Rossa si è impegnata a fare a favore del Palatenda di via Pasquale Laureti e che consentirà di completare la struttura con  il doppio telo. Per poter però ricevere i 500mila euro previsti, la struttura deve essere acquistata dal Comune di Spoleto, che attualmente invece paga un canone di leasing. Anche se l’attuale contratto (che vede la scadenza del leasing nel 2026 e solo al termine l’acquisizione al patrimonio comunale della tensostruttura sportiva) non prevede l’acquisto prima del termine. Proprio per questo sono in corso interlocuzioni per discutere le condizioni con l’istituto che si occupa del leasing, come ha spiegato l’assessore al bilancio Corrado Castrovillari. Intanto, però, dal bilancio spariscono 240mila euro destinati al Palatenda, nonostante ancora non ci sia un protocollo dettagliato firmato con la Croce Rossa. Quanto alla votazione, gli ultimi due punti all’ordine del giorno hanno visto alla fine il voto favorevole dei 3 consiglieri di maggioranza e contrario dei 3 dell’opposizione presenti.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!