Ecco il "Sentiero del Patriotta" dell'Anpi, sulle orme dei partigiani

Il “Sentiero del Patriotta” dell’Anpi: più di 100 persone all’inaugurazione

Redazione

Il “Sentiero del Patriotta” dell’Anpi: più di 100 persone all’inaugurazione

Lun, 22/04/2024 - 17:17

Condividi su:


Oltre 100 persone all'inaugurazione del sentiero promosso dall'Anpi insieme ad altre associazioni escursionistiche.

Più di 100 persone hanno percorso il primo sentiero del “Patriotta”, che l’ANPI “17 aprile” di Nocera Umbra e Valtopina ha inaugurato domenica scorsa per ricordare gli 80 anni dall’eccidio di Collecroce, insieme ad una affollata commemorazione presso il monumento del paese.

Fatti e luoghi della memoria

Davvero in tanti hanno partecipato a questa edizione di “Fatti e luoghi della memoria”, con la quale da 12 anni l’ANPI ricorda le vittime e il luoghi delle uccisioni e che quest’anno ha dato il via anche ad una serie di sentieri che attraversano il territorio, toccando le diverse pietre della memoria posizionate negli anni passati. A partecipare al taglio del nastro e ad aderire a questo viaggio inaugurale sono state diverse associazioni escursionistiche: Bagnara Aps, Cai Foligno, Orme camminare liberi, Trekking Nocera Umbra.

La cerimonia a Collecroce

La mattinata di cammino si è conclusa con una cerimonia presso il monumento di Collecroce, dove sono state ricordate tutte le vittime in territorio nocerino- valtopinese: 32 persone da aprile a giugno, delle quali in 27 morirono fra il 17 aprile – data simbolo – e 24 aprile 1944, giorni dell’eccidio.

I presenti

Nei diversi momenti della commemorazione erano presenti, insieme al presidente dell’ANPI “17 aprile”, Francesco Mirti, la vicepresidente nazionale ANPI, Mari Franceschini, i sindaci di Nocera Umbra e Valtopina, rispettivamente Virginio Caparvi e Gabriele Coccia, la sindaca dei giovani di Valtopina, Caterina Coccia, il vicesindaco valtopinese, Graziano Coccia, l’assessore nocerino, Tonino Frate, la rappresentante dell’istituto omnicomprensivo “Dante Alighieri”, Giovanna Tassi, lo storico Dino Renato Nardelli, e i rappresentanti di Bagnara Aps, Claudia Parroccini, Cai Foligno, Maria Luisa Spantini, Orme camminare liberi, Rodolfo Cherubini, associazione “La Genga”, Roberto Bucci e Natura avventura, Renzo Zuccarini. Sono intervenuti anche i parenti delle persone uccise, che hanno portato la loro testimonianza: Antonietta Cucchiarini, Roberta Cucchiarini e Manola Logarelli. Insieme a loro, anche il cantastorie Giovanni Bravi, che – come in occasione di “Memorie cantate” – ha eseguito alcune “cantate” locali che ricordano le vittime.

L’appuntamento con le scuole

Domani (23 aprile), invece, si ripete l’appuntamento con le scuole: dopo il progetto di collaborazione con le scuole secondarie di primo grado di Valtopina, che hanno realizzato la mappa di “Fatti e luoghi della memoria, ora tocca alle scuole primarie di Casebasse con 60 studenti, con una passeggiata su parte del percorso inaugurato ieri

La memoria si tramanda non solo con gli scritti, le parole, le pietre, le immagini, le canzoni – – spiega il presidente dell’ANPI 17 aprile, Francesco Mirti – ma anche attraversando i luoghi dove tante persone hanno vissuto e sono morte. Siamo particolarmente contenti della grande partecipazione di gente, perché lo spirito è proprio quello di passare il testimone della memoria in tanti modi e a più persone possibili. Scegliamo di farlo in sinergia con altre associazioni perché crediamo che la memoria resti viva solo se condivisa”.

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_foligno

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!