Saranno tolte le luminarie dal Ponte di Porta Firenze, ma spunta un’altra soluzione

Saranno tolte le luminarie dal Ponte di Porta Firenze, ma spunta un’altra soluzione

Si pensa ad illuminare con un progetto su misura un tratto del fiume Topino

share

L’idea di una illuminazione su misura per il Ponte di Porta Firenze ha colpito nel segno.

In una città che non risparmia di certo critiche e contestazioni, la scelta di valorizzare il principale accesso alla terza città dell’Umbria ha riscosso consensi quasi unanimi.

Ma soprattutto è piaciuta l’idea di sottolineare la particolarità del monumentale ponte e dell’ambiente fluviale cittadino. E così è partito un appello tramite social, che ha ottenuto in poco tempo più di 400 like.

A questo punto abbiamo chiesto alla vicesindaco con delega alla Cultura, Rita Barbetti, quali saranno le intenzioni dell’amministrazione comunale.

“Prendo atto della richiesta e del successo che ha riscosso – dichiara – soprattutto perché si tratta di un’idea che ha incontrato tanti consensi. Purtroppo però quelle luminarie sono provvisorie e sistemate in occasione delle festività natalizie – spiega la vicesindaco – ho parlato della cosa anche con il sindaco ma essendo tutto provvisorio, per l’appunto, saranno smantellate insieme alle altre del resto del centro storico”.

Ma non tutto è perduto. “Si potrebbe lavorare ad un progetto di illuminazione specifica per il Ponte di Porta Firenze – anticipa la Barbetti – e che magari interessi anche il tratto di mura urbiche e il complesso della Torre dei Cinque Cantoni. I folignati stanno riscoprendo attenzione ed amore per il fiume Topino e dobbiamo dare comunque un segnale”

share

Commenti

Stampa