Ricostruzione, c'è l'Ordinanza che assegna le risorse - Tuttoggi

Ricostruzione, c’è l’Ordinanza che assegna le risorse

Redazione

Ricostruzione, c’è l’Ordinanza che assegna le risorse

Mer, 18/11/2020 - 16:45

Condividi su:


Ricostruzione, c’è l’Ordinanza che assegna le risorse

Oggi la cabina di regia con il Commissario Legnini. Ora si possono avviare tutte le opere finanziate. “Approvate le nostre richieste”

Svolta per quanto riguarda la ricostruzione delle opere pubbliche. Nella cabina di coordinamento sisma che si è svolta oggi alla presenza del Commissario Straordinario Giovanni Legnini, dei quattro Presidenti di Regione ed i Sindaci di Norcia, Amatrice, Arquata e Teramo e’ stato approvato l’elenco delle opere finanziate nel Cratere e quindi anche quelle del territorio comunale di Norcia.

“Un altro significativo e decisivo passo per la ricostruzione della nostra città con l’approvazione degli importi che abbiamo definito per i nostri edifici pubblici individuati già nel 2018 e per i quali saranno destinati oltre 61 milioni di euro. Ora possiamo finalmente muoverci all’interno di un perimetro definito, soprattutto per quanto riguarda la tempistica dei progetti”.

L’ordinanza

Entro il 31 dicembre 2020 – si legge nell’ordinanza – il soggetto attuatore dovrà inviare all’Ufficio speciale per la ricostruzione (USR) e al Commissario straordinario il cronoprogramma per gli affidamenti dell’incarico di progettazione e delle fasi di intervento; entro il termine del 31 marzo 2021 tutte le procedure per l’affidamento dei progetti dovranno essere avviate.

Tra gli edifici che ne usufruiranno il polo scolastico con oltre 15 milioni, il cui soggetto attuatore è la Provincia di Perugia; l’ospedale di Norcia, il cui soggetto attuatore è la Regione con 5.400.000 euro, così come per l’ APSP Fusconi Lombrici Renzi, per un importo di oltre un milione e mezzo; oltre 8 milioni invece saranno destinati agli edifici dell’ A.T.E.R. Il Comune di Norcia sarà invece soggetto attuatore del Palazzo Comunale, Porta Romana, Porta Ascolana, il primo stralcio delle mura urbiche, il museo della Castellina ed il rifacimento dei cimiteri di Norcia capoluogo, Aliena, Ocricchio, San Pellegrino, Castelluccio, Ancarano, Agriano, Frascaro, Legogne, Cortigno, Forsivo, Campi e Biselli Nottoria, Ospedaletto, San Marco, Capo al Campo, Serravalle e Pescia.

“Grazie anche al lavoro dei nostri uffici, c’è soddisfazione per questa giornata, l’ennesima, che testimonia come il lavoro costante, quotidiano e di confronto che svolgiamo insieme ai componenti della cabina di coordinamento, in sinergia con il Commissario, che ringrazio, stia portando frutti importanti- continua il Sindaco di Norcia -. E’ ora tempo di raccogliere questi frutti perché la ‘speranza’ di futuro diventi certezza e consapevolezza di vivere in uno dei posti più belli del mondo, unico per le sue peculiarità e che ricostruiremo più bello e sicuro di prima” ha concluso Alemanno.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!