Ricostruzione, al vaglio centri di comunità di Cascia, Vallo e Preci

Ricostruzione, al vaglio progetto dei centri di comunità di Cascia, Vallo e Preci

Redazione

Ricostruzione, al vaglio progetto dei centri di comunità di Cascia, Vallo e Preci

Il 22 luglio le tre strutture al vaglio della commissione regionale presso l'Ufficio speciale della ricostruzione
Sab, 18/07/2020 - 08:14

Condividi su:


Ricostruzione, al vaglio progetto dei centri di comunità di Cascia, Vallo e Preci

Tre nuove strutture all’attenzione dell’Ufficio speciale per la ricostruzione dell’Umbria. La realizzazione dei centri di comunità nei comuni di Cascia, Vallo di Nera e Preci è infatti uno dei punti all’ordine del giorno della Conferenza regionale convocata per il 22 luglio in modalità telematica dal presidente Filippo Battoni.

Centri di comunità con gli sms solidali

Sulla base dell’ordinanza del commissario straordinario n. 48/2018 “Disciplina delle modalità di attuazione degli interventi finanziati con le donazioni raccolte mediante il numero solidale 45500 e i versamenti sul conto corrente bancario attivato dal Dipartimento della Protezione civile, di assegnazione e di trasferimento delle relative risorse finanziarie” verranno esaminati i progetti per la realizzazione dei centri di comunità dell’ambito territoriale 2. Vale a dire quello di Collegiacone, nel comune di Cascia; di Piedipaterno, nel comune di Vallo di Nera e di  Todiano, nel comune  di Preci.

Si tratta di strutture non solo finalizzate a rafforzare la rete regionale dei presidi di protezione civile in quelle realtà che non dispongono di simili strutture ma anche per sostenere l’integrazione sociale delle comunità colpite dagli eventi sismici del 2016.  Soggetto attuatore è l’Ufficio Speciale Ricostruzione – Umbria.

All’esame anche ricostruzione per danni lievi e pesanti

Nel corso della Conferenza regionale verranno esaminati anche progetti che riguardano la ricostruzione privata sia per i danni lievi (Ordinanza commissariale n. 4/2016: pratica n. 20.50/2020/SRP/1710 soggetto legittimato Terenzi Maddalena loc. Piandoli, comune di Cascia) che per i danni pesanti (Ordinanza commissariale n. 19/2017: pratica n. 20.80/2020/SRP/438 soggetto legittimato Pascucci Paolo comune di Gualdo Tadino; pratica n. 20.80/2020/SRP/440 soggetto legittimato Tiberi Ermanno, loc. Belforte, comune di Preci; pratica n. 20.80/2020/SRP/441 soggetto legittimato Vergari Paolo, comune di Scheggia e Pascelupo).

I soggetti portatori di interessi pubblici o privati, individuali o collettivi e i portatori di interessi diffusi costituiti in associazioni o in comitati che vi abbiano interesse, possono formulare osservazioni scritte, comunicate anche in via telematica, entro il termine di cui all’art. 4 dell’Ordinanza commissariale n. 36/2017, dalla pubblicazione sul sito internet istituzionale dell’U.S.R. Umbria, della notizia dell’avvenuta indizione della Conferenza, in relazione alle quali la Conferenza è tenuta a pronunciarsi.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!