Pubblica Assistenza Stella d’Italia, aperte le iscrizioni per il 2018

Pubblica Assistenza Stella d’Italia, aperte le iscrizioni per il 2018

Lo scorso anno ha ricevuto adesioni da oltre 200 cittadini, residenti e non nel Comune di Spoleto

share

L’Associazione di Pubblica Assistenza Stella d’Italia informa la cittadinanza che sono aperte le iscrizioni per l’anno 2018 per coloro che intendono aderire come soci a questa Associazione.

La Stella d’Italia – nata come Associazione di Pubblica Assistenza nel lontano 1894 – lo scorso anno ha ricevuto adesioni da oltre 200 cittadini, residenti e non nel Comune di Spoleto. Un lusinghiero risultato che ci stimola ad andare avanti (pur nelle tante difficoltà di ordine economico e quelle assai più delicate ed importanti connesse alla gara d’appalto legata al riordino del sistema sanitario regionale) per la consapevolezza che ci sono persone che ci sono vicine e ci sostengono.

Con la simbolica quota di € 15 l’anno tutti possono, con questo modesto “impegno”, dare concreta testimonianza di supporto e vicinanza a questa nostra importante realtà che fonda le proprie radici negli ideali di solidarietà e aiuto reciproco verso i malati, gli infermi e tutti coloro che hanno bisogno di assistenza.

In questa circostanza riteniamo utile ricordare le parole del primo Presidente della Stella d’Italia (l’allora Procuratore del Re, Avvocato Suman) che ben motivano l’impulso alla base della fondazione di questa Associazione di volontariato: “… In un doloroso recente avvenimento, in cui mi trovai presente, ebbi a sentire la mancanza di un’Associazione – in questa gentile città – che per l’umanità giungesse al sacrificio. Tale mancanza io lamentai e vi fu chi raccolse quello spontaneo lamento del cuore …”.

Quanti volessero raccogliere l’invito, possono farlo sottoscrivendo l’adesione presso la nostra sede di Via Antonio Gullotti, 49 (Zona industriale di Madonna di Lugo), sempre aperta, o telefonando al numero 0743 49834 lasciando il proprio recapito dove passerà un nostro incaricato a ricevere la vostra testimonianza.

.

share

Commenti

Stampa