Ospedale, ancora pazienti "appoggiati" nei corridoi: la denuncia degli infermieri

Ospedale, ancora pazienti “appoggiati” nei corridoi: la denuncia degli infermieri

Redazione

Ospedale, ancora pazienti “appoggiati” nei corridoi: la denuncia degli infermieri

Sab, 18/12/2021 - 08:05

Condividi su:


Le criticità in alcuni reparti, l'appello del Nursind alla Direzione ospedaliera: interventi immediati o ci rivolgeremo alle autorità competenti

Pazienti, anche con gravi patologie, sui letti nei corridoi dell’ospedale. Coperti soltanto da un paravento rispetto a chi transita.

E’ l’ennesima denuncia a Perugia del Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche. Il segretario territoriale, Marco Erozzardi, ha inviato una lettera all’Azienda ospedaliera per denunciare la carenza di posti letto e le criticità, in particolar modo nei reparti di Medicina Interna A; Medicina del Lavoro; Gastroenterologia; Geriatria; Medicina Interna Vascolare; Urologia; Chirurgia d’Urgenza; Neurochirurgia/Neurologia; Misem.

“Pazienti appoggiati nei corridoi”

“Le condizioni dei pazienti appoggiati nei corridoi – scrive Erozzardi – a volte sono, come più volte segnalato, anche molto complicate e date da patologie gravi e/o terminali. Ed in questi contesti, oltre a non riuscire a garantire loro una ospitalità ospedaliera dignitosa (basti pensare ai propri bisogni corporali espletati in mezzo ai corridoi dei reparti), è a rischio il concetto stesso di assistenza e cura”.

Lavoro dei sanitari in condizioni precarie

Il personale sanitario è infatti chiamato a svolgere la propria attività professionale in condizioni di assoluta precarietà: “Fonti d’ossigeno – denuncia ancora il Nursind – mancanti o precarie (bombole non fissate a terra) o allestite con prolunghe provenienti dalle stanze vicine; assoluta mancanza di privacy in qualsiasi manovra assistenziale erogata (non può bastare un minuscolo paravento, come si vede dall’immagine allegata, a garantirla…); enormi difficoltà nell’eseguire correttamente manovre salvavita”.

Per questo, a nome degli utenti e di tutti gli operatori sanitari, il Nursind torna a chiedere provvedimenti organizzativi immediati da parte della Direzione aziendale, in grado di tutelare “la sicurezza e la dignità di degenti e professionisti della salute”.

In assenza di “adeguate rapide ed adeguate risposte organizzative a tali criticità”, il Nursind si dice pronto, a tutela degli utenti e della popolazione sanitaria, ad inviare tali segnalazioni agli organi competenti.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!