Non ce l'ha fatta il bambino con emorragia cerebrale trasferito da Foligno a Firenze

Non ce l’ha fatta il bambino con emorragia cerebrale trasferito da Foligno a Firenze

Redazione

Non ce l’ha fatta il bambino con emorragia cerebrale trasferito da Foligno a Firenze

Dom, 07/08/2022 - 17:23

Condividi su:


Il piccolo, di un anno e mezzo, era stato sottoposto al "San Giovanni Battista" a un'operazione di stabilizzazione

Non ce l’ha fatta il bambino di un anno e mezzo, arrivato con un’emorragia cerebrale in ospedale a Foligno e che, dopo essere stato sottoposto ad un’operazione per essere stabilizzato, era stato portato a Firenze. Lo stesso ospedale aveva comunicato, sabato, l’esito positivo del primo intervento salvavita, insieme a quello effettuato su un altro bimbo della stessa età, che aveva subito gravi traumi a seguito di un incidente e che è stato poi trasferito ad Ancona.

La Usl 2 conferma il decesso

La Usl2, dopo la notizia dell’operazione salvavita, ha purtroppo annunciato, il giorno dopo, la notizia del decesso arrivata da Firenze. “Profondamente colpite e addolorate da questo tragico epilogo, le direzioni dell’ Azienda Usl Umbria 2 e dell’ospedale “San Giovanni Battista” di Foligno esprimono le più sentite condoglianze ai genitori e ai familiari“.

La notizia del decesso trova la conferma dopo che si era già diffusa nelle ore scorse sui social.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!