Milano, l'azienda di Terni Fucine Umbre premiata con Export Capital - Tuttoggi

Milano, l’azienda di Terni Fucine Umbre premiata con Export Capital

Luca Biribanti

Milano, l’azienda di Terni Fucine Umbre premiata con Export Capital

Gio, 13/10/2022 - 17:14

Condividi su:


L'azienda di Terni Fucine Umbre riceve Premio Export Capital a Milano come realtà emergente nelle esportazioni nel settore aerospazio

C’è anche l’azienda di Terni Fucine Umbre tra i 35 campioni delle esportazioni italiane che a Milano hanno ricevuto il Premio Export Capital, dedicato alle imprese che hanno ottenuto i maggiori incrementi nelle vendite all’estero dei loro prodotti tra il 2019 e il 2021. Il riconoscimento è particolarmente significativo perché fissa la capacità di ottenere questi risultati in un periodo molto complicato a causa dell’emergenza pandemica. 

Il premio Export Capital

Il Premio Export Capital nasce dalla collaborazione tra Class Editori e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, l’ente pubblico che sovrintende il sistema doganale italiano. L’Agenzia ha messo a disposizione i dati ufficiali del settore elaborando un algoritmo specifico per valutare (ponderandoli secondo un criterio dimensionale legato al fatturato) i risultati delle esportazioni italiane in 13 settori merceologici articolati in due categorie: i grandi esportatori, ovvero le aziende che esportano più di cinque milioni di euro (tra i vincitori Leonardo, Gucci e Dompè Farmaceutici), e gli esportatori emergenti, che hanno registrato nel triennio considerato un aumento medio dell’export del 1115,7%. 

Fucine Umbre leader nel settore aerospazio

Fucine Umbre si è distinta proprio tra gli esportatori emergenti nel settore dell’aerospazio. Fondata nel 1967, l’azienda si è specializzata, a partire dagli anni Settanta, nella produzione di componenti per l’industria aeronautica e per la difesa, realizzando prodotti complessi che richiedono una tecnologia all’avanguardia e una manodopera molto specializzata. Negli ultimi anni Fucine Umbre ha programmato e realizzato importanti investimenti in ogni ambito produttivo e organizzativo, finalizzati soprattutto all’esecuzione di forniture completamente verticalizzate fornendo componenti finiti pronti per essere utilizzati nelle linee di assemblaggio. Oggi l’azienda ha un fatturato di circa 18 milioni, poco meno di cento dipendenti ed esporta il 60% della sua produzione principalmente verso Europa, Nord America e Asia.

Premio ritirato a Milano dal Ceo, Antonio Alunni

Il Premio è stato ritirato a Milano da Antonio Alunni, Presidente e Ceo di Fucine Umbre a conclusione del convegno “Le nuove sfide dei campioni dell’Export” organizzato per l’occasione. “Siamo molto onorati di aver ricevuto questo riconoscimento – ha sottolineato Alunni – che arriva inaspettato. Siamo consapevoli del grande impegno che mettiamo nel nostro lavoro per fare sempre meglio pur in un contesto complesso come quello che stiamo vivendo. Vederci riconosciuto questo primato nell’export, peraltro a fianco di grandi gruppi italiani, ci rallegra e ci dà stimoli per continuare ad essere un riferimento nazionale e internazionale in un settore come quello dell’aerospazio in cui la competizione è globale e in cui ricerca e capacità di innovare fanno realmente la differenza”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!