Liceo classico Tacito di Terni "Custodi di una fiamma, non guardiani di ceneri" - Tuttoggi

Liceo classico Tacito di Terni “Custodi di una fiamma, non guardiani di ceneri”

Redazione

Liceo classico Tacito di Terni “Custodi di una fiamma, non guardiani di ceneri”

"La notte delle Muse" apre il liceo alla città | Grande successo di pubblico per gli studenti del Tacito
Dom, 14/01/2018 - 18:01

Condividi su:


Liceo classico Tacito di Terni “Custodi di una fiamma, non guardiani di ceneri”

di Leonardi Maggi, IIA

“Custodi di una fiamma, non guardiani di ceneri” – così la dottoressa Roberta Bambini, dirigente scolastico del liceo classico “Tacito” di Terni, ha salutato il numeroso pubblico in apertura della “Notte delle Muse”, l’evento organizzato dai liceali in occasione della serata nazionale del liceo classico.

La dott.ssa Roberta Bambini

La dott.ssa Roberta Bambini

Il liceo classico come continuum della tradizione culturale nazionale da far rivivere con un’offerta formativa adeguata ai tempi, attualizzando la ‘lezione’ dei classici e facendoli rivivere con una fiamma viva, non come cenere fumante di un passato ormai lontano; questo il messaggio che gli studenti hanno voluto trasmettere a tutti coloro che hanno apprezzato le varie performance artistiche che hanno illuminato la notte di venerdì 12 febbraio.

Una notte magica dedicata alle arti e alle Muse, custodi dell’ispirazione artistica. Si tratta della quarta edizione della “Notte nazionale del liceo classico” che ha coinvolto oltre 400 licei classici della Penisola e a cui ha aderito anche il Tacito di Terni. Studenti, docenti, collaboratori scolastici, tutto il personale dell’istituto si sono impegnati per offrire agli ospiti uno stupefacente intrattenimento fatto di musica, spettacolo e arte in occasione della “Notte delle Muse”.

L’evento è nato con l’obiettivo di far conoscere e mostrare alcuni degli aspetti propri della cultura classica quali l’arte, la recitazione e la musica. Guide della serata sono state proprio le nove dee, figlie di Zeus e Mnemosine: Calliope ha accompagnato gli ospiti ad assistere allo spettacolo “Arte: filo d’uscita dal labirinto”, Melpomene ha presentato “Le metamorfosi”, Urania ha presieduto il buffet, Euterpe ha stupito il numeroso pubblico con i “Tableau vivant”, Thalia ha incantato i presenti con la musica dei “The Clems” (band d’istituto), Tersicore ha sorpreso i presenti con le performances “Once upon a time” e “Le pietre parlano”, Polimnia ha ispirato “Talk Choices” e “Ifigenia”, Erato ha divertito con lo spettacolo “Amori in causa” e infine Clio ha condotto i presenti alla performance “Amori DiVini”.

La nottata si è conclusa alle 22, ora in cui gli alunni protagonisti della manifestazione, come novelle Cenerentole, si sono riuniti al primo piano per la sfilata finale, stando attenti però a non perdere la scarpetta. È stato inoltre possibile ascoltare anche alcune delle canzoni del coro giovanile dell’istituto. Per rivivere la magia della “Notte delle Muse” i video della serata saranno caricati nel corso della settimana sul sito del liceo (www.tacitotr.gov.it). Oltre a godersi lo spettacolo è stato anche un modo, per gli studenti della terza media e per i loro genitori, per conoscere da vicino il liceo classico Tacito.

Le foto sono di Alessia Lucentini, IIIB

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!