L'associazione Sviluppo rurale di Spoleto a Cipro - Tuttoggi

L’associazione Sviluppo rurale di Spoleto a Cipro

Redazione

L’associazione Sviluppo rurale di Spoleto a Cipro

L'associazione sarà all'evento "Erbe aromatiche e curative di Cipro" per presentare l'Umbria e le ricchezze gastronomiche del centro Italia
Gio, 31/05/2018 - 12:06

Condividi su:


L’associazione Sviluppo rurale di Spoleto a Cipro

L’Associazione Sviluppo Rurale parteciperà il prossimo 2 e 3 giugno all’evento “Erbe aromatiche e curative di Cipro” organizzato da Troodos Network Thematic Centers a Platres. Grazie al progetto europeo MEDFEST “L’eredità e l’esperienza gastronomica del Mediterraneo: come creare destinazioni turistiche sostenibili” co-finanziato dal fondo Europeo di Sviluppo Regionale, ASR avrà l’opportunità di presentare durante il meeting di progetto e in occasione della conferenza che vedrà la presenza di tante imprese, istituzioni e operatori turistici le ricchezza gastronomiche dell’Umbria e le numerose iniziative che contribuiscono ad accrescere l’interesse turistico per la nostra regione.

In particolare saranno illustrati due eventi: Festivol come manifestazione parte del network Frantoi Aperti e buona pratica per la valorizzazione dell’olio extravergine di oliva DOP di Trevi; la mostra convegno sui funghi e le erbe spontanee promossa dalla Pro Loco di Spoleto.

Questa sarà un’occasione per rafforzare l’immagine dell’Umbria come destinazione turistica con un grande appeal anche nei periodi di bassa stagione. Tante sono infatti le risorse a disposizione di turisti italiani e stranieri che meritano di essere conosciute e promosse: dal fascino della raccolta delle olive e della produzione dell’olio (una vera e propria esperienza per chi non l’ha mai fatta), al piacere dell’informazione e dell’ avventurarsi nei boschi per scoprire tutto ciò che la natura ha da offrire. Anche con giornate brevi e con temperature che richiedono una giacca (e a volte anche un cappello) l’Umbria regala a chi la visita, e in tutte le stagioni, sapori e saperi unici che è bello far conoscere a chi ancora non c’è mai stato.


Condividi su:


Aggiungi un commento