La stella del Lirico Sperimentale brilla ancora una volta sulla “prima” della Scala

La stella del Lirico Sperimentale brilla ancora una volta sulla “prima” della Scala

Annalisa Stroppa, Costantino Finucci e Francesco Verna protagonisti nella messa in scena dell’Andrea Chénier a Milano

share

Questa sera, in occasione dell’opera inaugurale della stagione del Teatro alla Scala “Andrea Chénier” di Umberto Giordano, saranno interpreti dell’opera, unitamente alla stella Anna Netrebko, tre ex vincitori del Concorso del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto A. Belli: il mezzosoprano Annalisa Stroppa nel ruolo de La mulatta Bersi; il baritono Costantino Finucci nel ruolo de Il romanziero, Pietro Fléville, pensionato del Re; il baritono Francesco Verna nel ruolo de Il sanculotto Mathieu, detto “populus”. L’opera sarà diretta dal M° Riccardo Chailly per la regia di Mario Martone.

Annalisa Stroppa è stata vincitrice del 2009 e ha interpretato il ruolo di Maddalena e Giovanna in Rigoletto e successivamente Carmen in Tragédie de Carmen nel 2010. Tra le sue numerose attività concertistiche si menzionano: il concerto a Pécs (Ungheria) nel 2009 dove duetta con Placido Domingo e nella Sala Nervi in Vaticano accanto ad Andrea Bocelli, per poi affrontare il ruolo di Suzuky nella Madama Butterflyal Teatro alla Scala nel 2016.

Costantino Finucci, vincitore nel 2005 e più volte richiamato per far parte delle produzioni del Teatro Lirico Sperimentale, ha interpretato a Spoleto e in Umbria vari personaggi, come sicuramente ricorderà il pubblico spoletino e umbro, tra cui Marcello ne La Bohème di Puccini nel 2015, portata nel 2016 in una tournée in Giappone dove ha avuto grande successo di critica e di pubblico, Lord Enrico Ashton ne Lucia di Lammermoor di Donizetti oltre che Germont nella fortunata edizione de La Traviata del 2012 presentata dallo Sperimentale anche a Roma al Teatro Italia nell’ambito delle attività di promozione della Regione Umbria.

Francesco Verna, vincitore del 2003, debuttando i ruoli di Figaro ne Le nozze di Figaro, Dottor Grenvil ne La Traviata, ruoli che interpreterà anche in una tournée giapponese e Colline in La Bohème di Puccini eMustafà in L’italiana in Algeri nel 2004. Tra i direttori e i registi con cui ha collaborato ricordiamo: Zubin Mehta, Fabio Luisi, Fabrizio Maria Carminati, Marco Guidarini e Giorgio Pressburger.

Fra le ultime apparizioni, segnaliamo Sharpless in Madama Butterfly al Teatro dell’Opera di Firenze e al Festival di Glyndebourne, oltre che La bohème (Schaunard) al Petruzzelli di Bari; ha preso parte alla nuova produzione del Teatro alla Scala ne La fanciulla del West (Happy) sotto la direzione di Riccardo Chailly e alle riprese della Madama Butterfly al Festival di Glyndebourne e al Teatro del Maggio di Firenze.

In bocca al lupo dal Teatro Lirico Sperimentale

share

Commenti

Stampa