Il Comune di Spello è capofila nella gestione associata dei musei - Tuttoggi.info

Il Comune di Spello è capofila nella gestione associata dei musei

Redazione

Il Comune di Spello è capofila nella gestione associata dei musei

Lun, 25/03/2013 - 14:07

Condividi su:


Nel 2012 è stata sottoscritta la convenzione per la gestione associata, la fornitura di materiali e servizi dei musei locali. Alla convenzione hanno aderito e/o sono in fase di adesione circa dieci comuni sparsi in tutta l’Umbria. Come comune capofila è stato individuato Spello, dopo il procedente periodo gestito da Trevi. “In un periodo di forti tagli alla spesa pubblica – spiega il sindaco Sandro Vitali – dove la cultura è il settore dove prima di altri si riduce la spesa, questo atto contribuirà a promuovere in rete l’immenso patrimonio artistico in essi custodito. Dopo gli enormi investimenti sostenuti per allestire ed aprire i musei – continua il sindaco – oggi è necessario renderli accessibili e promuoverli. E’ altrettanto necessario che la Regione Umbria continui a coofinanziare la gestione divenuta oggi molto pesante per i comuni, visti i tagli ai trasferimenti dello Stato. Naturalmente la gestione museale non può essere solo un onere della pubblica amministrazione, ma è necessario che anche le realtà economiche e sociali dell’Umbria, in particolare le fondazioni e gli imprenditori, maturino la convinzione sulla necessità di contribuire alla gestione dei musei e del patrimonio artistico locale. E’ un onere rilevante – dichiara il sindaco – essere capofila nella gestione associata dei musei, ma ritengo che sia fondamentale per la cultura. Vorrei inoltre fare un invito al sistema economico e sociale dell’Umbria perché partecipi con risorse umane ed economiche alla gestione dei musei per l’importanza che rappresentano per la promozione turistica della regione”.

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_foligno

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!