Il baritono tifernate Diego Savini tra i vincitori del prestigioso concorso "Aslico" - Tuttoggi

Il baritono tifernate Diego Savini tra i vincitori del prestigioso concorso “Aslico”

Redazione

Il baritono tifernate Diego Savini tra i vincitori del prestigioso concorso “Aslico”

Il riconoscimento è arrivato per il ruolo di Don Bartolo, uno dei personaggi principali del “Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini
Gio, 30/01/2020 - 14:03

Condividi su:


Il baritono tifernate Diego Savini tra i vincitori del prestigioso concorso “Aslico”

Il giovane baritono tifernate Diego Savini è risultato tra i vincitori del prestigioso concorso “AsLiCo”, tenutosi il 6 gennaio al Teatro Sociale di Como, per il ruolo di Don Bartolo, uno dei personaggi principali del “Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini.

Diego, fratello del tenore Federico e gemello dello scenografo Livio, ha già calcato importanti palchi in teatri italiani ed esteri. Ha iniziato a studiare presso la Scuola Comunale di Musica “Giacomo Puccini” con Sabrina Sannipoli, proseguendo poi al Conservatorio “Morlacchi” di Perugia, dove si è laureato con 110 e lode e menzione d’onore sotto la guida di Maria Grazia Pittavini. Attualmente si sta perfezionando con William Matteuzzi e Gaetano Tirotta.

La sua carriera, iniziata al Teatro degli Illuminati di Città di Castello dove ha debuttato nel ruolo di Belcore (“Elisir d’amore”), è proseguita al “Goldoni” di Livorno, “Giglio” di Lucca, “Verdi” di Pisa, “Coccia” di Novara, “Pavone” di Perugia, Comunale di Ferrara, “Olimpico” di Vicenza, Comunale di Bologna, “Carcano” di Milano e “Massimo” di Palermo.

Significativa l’affermazione avuta nell’agosto 2019 al “Rossini Opera Festival” dove ha debuttato in “Viaggio a Reims” nel ruolo di Don Profondo. Ha cantato inoltre a Tenerife, Panama, Cina e Cambogia. Nei prossimi mesi sarà impegnato al Comunale di Modena e al Royal Opera House di Muscat.

Apprezzamento per il prestigioso risultato raggiunto e congratulazioni a nome di tutta la giunta sono state espresse dal sindaco Luciano Bacchetta, che ha sottolineato la brillante affermazione del giovane baritono tifernate come “ulteriore promozione dei talenti di Città di Castello e dell’immagine cittadina in ambito culturale e artistico a livello internazionale“.

Aggiungi un commento