I cani aiutano a fare amicizia

I cani aiutano a fare amicizia

Iniziativa al Parco della Pescaia con Ada Onlus e il Gruppo cinofilo ‘Aldo Cavicchi’


share

Tanti cani con i loro padroni, insieme, al Parco della Pescaia, per vitalizzare il quartiere e offrire un’occasione di socialità. Con questi obiettivi che guidano la sua attività, l’Associazione per i diritti degli anziani (Ada) Umbria Onlus ha promosso insieme al Gruppo cinofilo perugino ‘Aldo Cavicchi’ una giornata rivolta ai cani e ai loro padroni. Un’iniziativa che ha segnato l’inizio di un percorso di collaborazione tra i due soggetti ed è stato il primo di una serie di eventi volti a favorire il rapporto tra il cane e le persone che “per essere positivo – hanno spiegato da Ada Umbria – deve associare i bisogni degli uni e degli altri e guardare al benessere di entrambi”.

All’evento è intervenuta anche l’assessore comunale Cristiana Casaioli. “Oggi gli animali in genere, ma i cani in particolare – ha spiegato Ada Girolamini, presidente di Ada Umbria – sono di compagnia per le persone sole, oltre a svolgere funzioni terapeutiche per superare molte difficoltà”.

La giornata ha previsto, dopo il ritrovo, attività di agility dog con gli istruttori del Gruppo cinofilo perugino nell’area campetto vicino la Casa del parco, luogo che a seguire ha ospitato un picnic per tutti i partecipanti. “Noi cerchiamo di dare in questa sede – ha spiegato Enrico Sguilla, responsabile tecnico e istruttore del Gruppo cinofilo perugino ‘Aldo Cavicchi’ – delle informazioni e di aiutare i proprietari a mettere in pratica alcuni insegnamenti in modo tale da creare una condizione che sia lungimirante nei casi di attività agonistica ma anche nel rapporto con la città. Dal punto di vista sociale, cerchiamo anche di aiutare i proprietari a essere più responsabili nell’affrontare con il proprio cane una città, un ristorante, un albergo o l’ingresso in ospedale”.

Una giornata in allegria, ricca di attività, che si è dimostrata un altro modo positivo per rivitalizzare quest’area verde alle porte dell’acropoli perugina e la vita del quartiere. “Questo parco – ha aggiunto Girolamini – è stato oggettivamente liberato da tante presenze non rassicuranti, ma ancora i cittadini non se ne sono impadroniti”. L’iniziativa ha voluto quindi favorire un sano rapporto tra persone e animali, ma anche aumentare il senso civico dei padroni degli amici a quattro zampe.

Il Parco della Pescaia – ha concluso Ada Girolamini – è normalmente il luogo in cui i cani passeggiano con i loro padroni, purtroppo non sempre nel rispetto delle regole. È munito di un’area dedicata ai cani all’uscita lato via del Lavoro, che necessita di continua pulizia e che i volontari seguono con una certa continuità. Già nello scorso anno l’Ada Umbria Onlus ha promosso due iniziative per la salute dei cani e il rispetto delle regole nelle aree pubbliche”.

share

Commenti

Stampa