Funerali di Filippo Limini: "Al male rispondete con il bene"

Funerali di Filippo Limini: “Al male rispondete con il bene”

Redazione

Funerali di Filippo Limini: “Al male rispondete con il bene”

Il dolore dignitoso della famiglia e l'omaggio degli avversari dei vaporetti
Lun, 24/08/2020 - 16:42

Condividi su:


Funerali di Filippo Limini: “Al male rispondete con il bene”

Al male rispondete con il bene“. Questo il messaggio ripetuto più volte, durante l’omelia, ai tanti giovani presenti per l’ultimo saluto a Filippo Limini, il 25enne spoletino morto dopo una rissa fuori dalla discoteca Country di Bastia.

La tragedia a Ferragosto

Una morte per la quale sono indagati tre giovanissimi (due di Bastia e uno di Assisi) ora agli arresti domiciliari. Ma la rissa che l’ha provocata porterà probabilmente a breve ad altri indagati, anche tra i ragazzi partiti da Spoleto per una serata, la vigilia di Ferragosto, che doveva essere di divertimento e che si è trasformata in tragedia.

Filippo e Willy: morti violente di due giovanissimi

Il parroco don Edoardo, ha rivolto ai genitori, ai familiari ed agli amici di Filippo parole di conforto invitando a trovare la consolazione nel Signore. Per una morte assurda e per questo ancora più difficile da accettare.

Le parole del parroco

“Venite a me, caricate sopra di me il dolore forte” dice a mamma Lucilla e al padre di Filippo, Graziano. E agli amici del 25enne. “Da soli non riuscirete mai” ripete il parroco, invitando a vivere nell’amore di Dio.

E ancora, guardando il dolore di papà Graziano: “La forza della fede e la grazia dello Spirito ti aiutino a vivere questo grande dolore. Un genitore che deve ricordare la morte del figlio, è contro natura. Questa morte si poteva evitare. Però in tutto questo dolore siamo chiamati ad andare avanti. La salvezza viene dal Signore”.

Il dignitoso dolore della famiglia Limini

L’altra sera a casa Limini – ha proseguito don Edoardo – mi ha colpito la dignità del dolore e l’abbandono alla fede. Il Signore non è mai stato coinvolto una volta. Il Signore non vuole il male dell’uomo ma il bene.
Al male, rispondete con i bene
“.

L’appello ai giovani

Il parroco si è poi rivolto ai tanti giovani. Anche a coloro che lo conoscevano come avversario nella Corsa dei vaporetti: “A voi il Signore vuole dire che dobbiamo camminare coi piedi per terra. Dobbiamo apprezzare le cose che ci dona e operare nel bene“.

La vicinanza dei parrocchiani

Don Edoardo ha poi ricordato che tutta la parrocchia è vicina alla famiglia, pronta a sostenerla per qualsiasi cosa occorra.

“Allontaniamo anche la cattiveria – ha ribadito -. Si reagisce con il bene. Il Signore ci aiuti e ci sostenga in questo momento. Il Signore prenda tra le sue braccia Filippo e lo accolga”.

L’omaggio degli avversari dei Vaporetti

Fuori dalla chiesa di San Pietro, gli avversari di Filippo in tante Corse, hanno voluto renderli omaggio, portando in parata i loro vaporetti. E indossando la maglia con il numero 13, quello del vaporetto di Filippo.

Davanti a tutti gli altri, come lui sempre sognava.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!