Ex Maran Spoleto verso nuova vendita, timore per 180 lavoratori - Tuttoggi

Ex Maran Spoleto verso nuova vendita, timore per 180 lavoratori

Sara Fratepietro

Ex Maran Spoleto verso nuova vendita, timore per 180 lavoratori

Lun, 04/07/2022 - 12:05

Condividi su:


Calo del fatturato del 30% ed ora per la ex Maran si profila una nuova vendita da parte di Hoist, sindacati preoccupati

Nuova vendita in vista per la ex Maran di Spoleto, acquisita dal gruppo Hoist 4 anni fa. La notizia era nell’aria da giorni, ma ora i rappresentanti sindacali ne hanno avuto di fatto certezza dalla stessa direzione aziendale.

Lunedì mattina, infatti, con un incontro online di pochi minuti è stato comunicato dai vertici di Hoist Italia alle Rsa della sede di Spoleto che da domani gli stessi dirigenti saranno presenti per discutere e analizzare il valore e le condizioni del sito insieme a quelli del Gruppo Exacta – Team Evolution Spa.

“Questa comunicazione – sottolineano i sindacati, che manifestano la loro preoccupazione sul futuro dello storico call center spoletino – lascia intendere che nell’immediato futuro potrebbe verificarsi un cambio di proprietà per la sede spoletina. E’ bene ribadire che in quella struttura lavorano più di 180 lavoratori e lavoratrici”.

Filcams, Fisascat e Uilcom ricordano di aver incontrato la proprietà di Hoist Italia il 24 maggio “e la stessa aveva rassicurato le OOSS che, nonostante il calo del fatturato di circa il 30%, si sarebbe impegnata nel garantire livelli occupazionali e standard nella qualità dei servizi. Quanto sta accadendo nelle ultime ore sembra andare in senso contrario”.

“Abbiamo più volte chiesto – affermano Simona Gola della Fisascat Cisl Umbria, Cristina Taborro della Filcams Cgil e Paolo Pierantoni della Uilcom Uil – incontri urgenti per capire con chiarezza il futuro della sede di Spoleto, senza che da parte della società Hoist Italia ci fosse un vero interesse nel costruire dinamiche sindacali positive. Ricordiamo che il 31 dicembre 2022 scadrà la deroga alla retribuzione dei lavoratori, siglata nel 2018 per salvaguardare i livelli occupazionali di quella che un tempo era la Maran e R&S. Il timore che abbiamo è che, alla luce di questa situazione, non avverrà una “vendita” ma una vera e propria “svendita”. L’ennesima in una città già provata da una grave crisi occupazionale come è Spoleto”.

(foto di repertorio)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!