Comune Spoleto e Asl 3 insieme per un progetto sui disturbi dell'apprendimento - Tuttoggi

Comune Spoleto e Asl 3 insieme per un progetto sui disturbi dell'apprendimento

Redazione

Comune Spoleto e Asl 3 insieme per un progetto sui disturbi dell'apprendimento

Ven, 01/06/2012 - 17:30

Condividi su:


Diventiamo più bravi. Questo il nome del progetto realizzato dal Comune di Spoleto e dall'ASL3 e presentato questa mattina a Palazzo Mauri dall'assessore Battistina Vargiu, dalla Dott.ssa Maria Luisa Bosi, dal dirigente Sandro Frontalini e dalla responsabile della Biblioteca comunale “G. Carducci” Carla Cesarini. Frutto della collaborazione, attiva e operante da anni, tra l'Azienda Sanitaria Locale e il Comune, il progetto è stato pensato per potenziare le competenze utili agli apprendimenti scolastici.

“Questa collaborazione, che abbiamo avviato durante questo anno scolastico – ha spiegato l'assessore Vargiu durante la conferenza stampa – ha avuto un grande merito perché ha permesso ai bambini di affrontare i disturbi legati all'apprendimento attraverso incontri che si sono svolti in un luogo diverso dall'ospedale e molto gradevole come la Biblioteca comunale”. Uno spazio dedicato ai libri e alla lettura, un “contesto ecologico e un luogo intermedio – sono state le parole della dott.ssa Bosi – che ha aiutato i bambini ad affrontare e superare i propri disturbi. La biblioteca è un luogo che possono frequentare quotidianamente, dove trovano tutti gli strumenti per effettuare le esercitazioni e dove possono accrescere il proprio sapere”.

Due i laboratori attivati per il progetto “Diventiamo più bravi”, seguiti da personale formato e supervisionato (operatori socio-assistenziali e personale ASL – neuropsichiatra infantile e logopediste): il primo per la comprensione e la produzione del testo, con la finalità di promuovere le abilità di approccio alla comprensione e successiva produzione di un testo, sia in forma orale, che scritta (rivolto ai minori della scuola primaria – ultimi due anni – e secondaria di primo grado – primo anno); il secondo (laboratorio multimediale) con la finalità di promuovere la conoscenza e l'utilizzo sia degli strumenti informatici, che delle strategie compensative più conosciute.

“Aver deciso di effettuare questi percorsi di apprendimento in un ambito diverso dall'ospedale – ha aggiunto la dott.ssa Bosi – è stato molto efficace ai fini del progetto. Le stesse famiglie hanno manifestato la propria soddisfazione per i risultati ottenuti. Quest'anno i bambini che hanno seguito i laboratori sono stati 42 in totale, ma in vista del prossimo anno scolastico stiamo programmando le attività anche per il 2013”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!