“Ci vediamo sotto la statua”, Terni ha il suo “Abbraccio Eterno”

Inaugurazione dell’opera d’arte di Mark Kostabi

share

“Abbraccio Eterno” è stata svelata ieri pomeriggio, nell’ambito della cerimonia di inaugurazione organizzata dal Comune per presentare alla città la statua che domina Largo Villa Glori.

“Vorrei che i ternani iniziassero a percepire questa operaha sottolineato l’artista Mark Kostabicome punto di riferimento di incontro. Amici, amanti, conoscenti e tutti i cittadini dovrebbero iniziare a dire ‘ci vediamo sotto la statua’. E poi toccatela – aggiunge Kostabi – l’opera d’arte va vissuta non solo con il senso della vista, ma anche col tatto. L’importante è che sul basamento bianco non vengano lasciati inopportuni graffiti”. 

Presenti alla cerimonia il sindaco Leonardo Latini, il vicesindaco Andrea Giuli che ha fortemente voluto l’opera e altri rappresentanti dell’amministrazione comunale.

L’opera, donata dall’artista è una fusione in bronzo (167x110x90) di 250 chilogrammi del valore di circa 250mila euro, che rappresenta un metaforico abbraccio tra due innamorati ed è stata realizzata grazie al contributo delle aziende di Terni associate a Confindustria Umbria, in particolare di Acciai Speciali Terni, Fucine Umbre, Gruppo Bernardini, Konig Metall GT, Urbani Tartufi ed Edilcostruzioni Proietti.

“L’inaugurazioneevidenzia l’assessore con delega alla cultura Andrea Giuli – è stata pensata come una vera festa per celebrare l’arte nelle sue diverse forme e per questo invitiamo tutti a partecipare”.

Oltre a Mark Kostabi ed il fratello Paul, arrivati per l’occasione direttamente da New York, saranno presenti anche i musicisti con cui si esibiranno in una inedita e speciale jam session: Tony Esposito, Massimo Di Matteo con la Macapea Acustic Band e la violoncellista Gemma Pedrini. Parteciperà all’evento anche il coro Mazzinincanto (classi terze) della scuola primaria “G. Mazzini” diretto da Maria Cristina Luchetti, alcuni musicisti dell’istituto superiore di studi musicali Briccialdi di Terni. Un’occasione di festa per celebrare insieme l’arte nelle sue diverse forme e la solidarietà.

share

Commenti

Stampa