Cascia, Enrico Di Curzio traccia il bilancio di un anno impegnativo

Cascia, Enrico Di Curzio traccia il bilancio di un anno impegnativo

Le strutture ricettive ricominciano a programmare il lavoro, orgogliosi per i gruppi sportivi ospiti | “Ce la stiamo mettendo tutta, per noi, i dipendenti e il territorio”

share

E’ stato un anno impegnativo e di grande ansia. E’ comunque un successo ora essere aperti con le nostre strutture ricettive ma soprattutto ricominciare a programmare il lavoro”. Comincia così Enrico Di Curzio, amministratore della Di Curzio Incoming facendo un bilancio dell’anno appena trascorso.

Un anno fa eravamo in piena emergenza ma soprattutto il futuro sembrava non riservarci niente di realizzabile. Ora possiamo dire che abbiamo faticato tanto a riportare gente nelle strutture e a convincerle che nonostante il dramma, ora le nostre strutture sono collaudate antisismiche ma quello che più ci inorgoglisce è il poter essere ancora qui a parlare di raduni, di tornei e di rivincite insieme.

Possiamo dire che a conclusione di una stagione piena di incognite, dove tutto sembrava annullato siamo orgogliosi di aver ospitato dal 26 dicembre gruppi di ragazzi e famiglie per qualche giorno di riposo e condivisione. Squadre di giovani atleti della pallavolo umbra e laziale per un torneo che ha unito il messaggio solidale alla voglia di confrontarsi sul campo; anche la Salernitana Calcio formazione che milita nel campionato di Calcio di Serie B che ha deciso di svolgere la preparazione invernale nella nostra struttura del Grand Hotel Elite.

Per finire durante questo fine settimana abbiamo voluto incontrare in un grande Educational per addetti ai lavori, in collaborazione con la Barrella Viaggi di Napoli, decine di operatori turistici ai quali faremo conoscere i nostri servizi e le nostre eccellenze in aziende locali, per far si che tornino a proporre come 1° scelta il nostro territorio.

Per concludere noi ce la stiamo mettendo davvero tutta, per noi, per i nostri dipendenti ma soprattutto per non far morire di inedia questo nostro splendido territorio”.

share

Commenti

Stampa