Al Museo Archeologico di Spoleto, la mostra "Le Pietre Parlano" - Tuttoggi

Al Museo Archeologico di Spoleto, la mostra “Le Pietre Parlano”

Redazione

Al Museo Archeologico di Spoleto, la mostra “Le Pietre Parlano”

Scultura e fotografia insieme, opere di Mauro Angelone e Emanuela Duranti
Mar, 05/08/2014 - 12:14

Condividi su:


Il Museo Nazionale Archeologico di Spoleto ospita dal 9 al 24 agosto 2014 la mostra “LE PIETRE PARLANO”  SCULTURA E FOTOGRAFIA di Mauro Angelone ed Emanuela Duranti.
Dialogo silenzioso tra architettura, scultura del passato, arte contemporanea e fotografia. Passato–presente–futuro. Confronto-incontro con la realtà, il tempo, la storia millenaria.

Le sculture di Mauro Angelone – Forme primarie, facenti parte di una serie di elementi geometrici di ricerca, espressi in maniera consequenziale (germinazione della forma).
Quasi un’alchimia delle forme, che scaturiscono una dall’altra e assumono aspetti di reperti. Materiali antichi e forme contemporanee, in un dialogo continuo tra passato, presente e futuro. Materiali usati: rigorosamente pietra (marmo-travertino-basalto).
Un lavoro di ricerca che, per dinamismo e stasi, si riflette e fa riflettere sui particolari della scultura, caratterizzati da un illusionistico gioco dei chiaroscuri, dell’architettura Romana dove vi è la tendenza a configurare lo spazio in rapporti di monumentale grandiosità e a circoscriverlo in forme larghe ed elementari, con strutture curvilinee.

Le foto di Emanuela Duranti – Tratte dal suo lavoro “Luci e ombre a S. Salvatore”. Una rilettura degli elementi architettonici e scultorei di ordine Corinzio e Dorico dell’arte monumentale, originariamente Paleocristiana e rinnovata nell’VIII secolo dai Longobardi.
L’artista non tenta di costringere nelle misure obbligate dell’obiettivo la totalità degli spazi, ma in un percorso inverso, trova il giusto slancio per scoprire l’argomento principale nei dettagli, che nella loro sintesi, di tecnica e invenzione, concorrono a creare il monumento completo. Grande attenzione è rivolta alla luce, che quando non entra in rapporto dialogico con l’ombra, è protagonista assoluta. La Basilica di S. Salvatore è Patrimonio Unesco e fa parte del Sito Seriale Unesco di Italia Longobardorum.

La mostra è Patrocinata da:
SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI DELL’UMBRIA, REGIONE UMBRIA, REGIONE MOLISE, PROVINCIA DI PERUGIA, COMUNE DI SPOLETO, CLUB UNESCO SPOLETO, COMUNE DI FORLI’ DEL SANNIO (IS).

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!