A Spoleto il 21 marzo quattro “luoghi della memoria” per affermare l’impegno contro le mafie

A Spoleto il 21 marzo quattro “luoghi della memoria” per affermare l’impegno contro le mafie

All’Auditorium della Stella centinaia di studenti per dire no alle mafie e ricordare i nomi di tutte le vittime

share

Il 21marzo si celebra la XXIV Giornata nazionale della memoria e dell’impegno contro le mafie. Una ricorrenza promossa dall’associazione Libera e che, dal 2017, è diventata legge dello Stato. Obiettivo, quello di trasformare la memoria delle vittime di mafia e la vicinanza ai familiari in impegno quotidiano, in azioni concrete di giustizia sociale, a partire dalle giovani generazioni. Quest’anno sarà Padova la piazza nazionale della Giornata scelta dall’associazione fondata da don Luigi Ciotti.

A Spoleto sono previsti quattro “luoghi della memoria”, in cui verrà data lettura dei nomi delle vittime di mafia. Giovedì 21 marzo alle ore 10.45 all’Auditorium della Stella, il presidio di Libera Spoleto promuove una iniziativa con gli studenti delle scuole superiori, aperta a tutti. Sarà presente anche un familiare di una vittima, che porterà ai ragazzi la propria testimonianza.

L’iniziativa è organizzata con il patrocinio del Comune di Spoleto (parteciperà all’iniziativa il vicesindaco Beatrice Montioni) e in collaborazione con le scuole superiori di secondo grado della città e con il supporto dell’Associazione nazionale dei Vigili del fuoco sezione di Perugia. Inoltre hanno aderito diverse associazioni tra cui Legambiente, Spi Cgil, Donne contro la guerra, Ora Spoleto.

Altri due “luoghi della memoria” sono organizzati presso le scuole medie di via Arpago Ricci e di Baiano. Un quarto luogo della memoria è organizzato dallo Spi Cgil alle ore 11 presso la propria sede di via San Nicolò n. 27.

share

Commenti

Stampa