Area Sanremo Tour, a Spoleto si laureano 21 promesse della musica leggera

Area Sanremo Tour, a Spoleto si laureano 21 promesse della musica leggera

Ottima l’organizzazione della Anteros Produzioni sotto la guida della coppia di ferro Remo Francesconi e Carlo Calandri

Si sono tenute ieri a Spoleto, presso la sede della Confcommercio, che ha messo a disposizione la sua sala convegno,  le selezioni per aspiranti cantanti  e cantautori di Spoleto, Umbria e centro-Italia per partecipare al prossimo Festival di Sanremo.

Terza tappa, nella città del Festival, per Area Sanremo Tour l’unico concorso itinerante accreditato per accedere alla fase finale di Sanremo 2018.

Dopo la prima iscrizione online, con la quale si sono registrati  quasi una 70ina di giovani artisti la cui età media  è intorno ai 2o anni, tra assenze e qualche eliminazione, hanno conquistato il passaggio allo step successivo del Tour, con tappa a Terni il prossimo 3 e 4 ottobre, 21 ragazzi tra cantanti e cantautori.

A guidare le operazioni di Spoleto la collaudata coppia di manager composta dagli espertissimi Remo Francesconi, per gli amici “Zio Remo”, manager per  più di 35 anni del grande Mino Reitano e di tanti altri personaggi della canzone italiana e da Carlo Calandri, volto noto della Spoleto musicale, impegnato fino al midollo in tutto ciò che abbia a che fare con musica e organizzazione di spettacoli. Con loro anche Alessandro Cavalieri e la psicologa Francesca Maria Frascarelli,  con lei la novità assoluta del coaching psicologico e motivazionale a supporto della comprensibile emozione e  anche paura dei partecipanti.

Francesconi e Calandri  sono il braccio operativo della Anteros Produzione di Nazzareno Nazziconi a cui  il Comune di Sanremo e la fondazione orchestra sinfonica di Sanremo hanno affidato la produzione del tour che sta svolgendo casting e stage in tutta Italia.

La commissione artistica è affidata a tre leader del panorama musicale italiano: Massimo Cotto, giornalista, scrittore e dj, Stefano Senardi, discografico e Maurizio Caridi che è anche presidente della Fondazione Orchestra sinfonica di Sanremo.

La Giuria tecnica di Spoleto è stata invece presieduta dalla espertissima Fabrizia Luchetti, vocal coach, cantante e  autrice di Terni che ha potuto ascoltare e valutare  tutti i ragazzi presenti.

Con una base musicale della durata massima di 2,30 minuti si doveva dare prova di capacità e tecnica vocale, presenza scenica e interpretazione. Non sono stati pochi i casi in cui  tra i ragazzi presenti c’erano anche autori in proprio che hanno presentato pezzi del loro repertorio. Qualcuno dei selezionati era già sotto contratto discografico e qualcuno era passato per esperienze come la selezione del famoso programma Amici di Maria De Filippi.

In repertorio, molto gettonata Mina ma anche Elvis Presley o la temibile Janis Joplin.

Tuttoggi.info ha avuto  la possibilità ed il piacere  di essere presente nella Giuria tecnica spoletina, ed abbiamo potuto constatare direttamente come tutti i ragazzi selezionati hanno mostrato una passione non comune per quello che facevano al punto che a qualcuno è stata anche perdonata qualche imprecisione dovuta evidentemente all’emozione. Molto interessanti anche le proposte cantautorali  con le quali qualche giovane ha messo in luce una vocazione e una creatività straordinarie. Presente in apertura di selezione anche una troupe del Tg3 Regionale Rai.

Obiettivo finale di Area Sanremo tour dunque è quella di portare 2 ragazzi esordienti al festival di Sanremo Giovani ai quali si aggiungeranno 6 giovani provenienti dalle case discografiche.

La speranza e l’auspicio è di rivedere presto  sul palco dell’Ariston qualcuno dei ragazzi che è passato da Spoleto. In bocca al lupo a tutti.

Riproduzione riservata

Foto: Tuttoggi.info (Carlo Vantaggioli)

(Modificato h 21,04)