Volley A1, Per l’Altotevere C. di Castello è la vittoria più bella / 3-2 in rimonta contro la capolista Lube - Tuttoggi

Volley A1, Per l’Altotevere C. di Castello è la vittoria più bella / 3-2 in rimonta contro la capolista Lube

Redazione

Volley A1, Per l’Altotevere C. di Castello è la vittoria più bella / 3-2 in rimonta contro la capolista Lube

Dom, 09/02/2014 - 23:20

Condividi su:


Davide batte Golia. Autentica impresa dell'Altotevere Città di Castello che, sotto di due set, rimonta e batte al tie break la capolista Lube Banca Marche Macerata nella quijnta giornata di ritorno. La squadra di Radici si propone così come l'autentica sorpresa del campionato di serie A1. “PalaKemon” gremito all'inverosimile, già un'ora prima dell'inizio, che registrare il primo sold out stagionale ed il record d'incasso per la società del presidente Arveno Joan. Si parte con i sestetti annunciati con Radici che conferma il sestetto delle due vittorie a Verona e Modena schierando Corvetta e Van Walle in diagonale, Fromm e Massari alle bande, Piano e Rossi al centro con Tosi libero. Giuliani risponde con la diagonale Baranowicz-Zaytsev, Kovar e Kurek, Podrascanin e Stankovic al centro con Henno libero.
Primo set – Il primo vantaggio è per i padroni di casa con l'errore di Stankovic (6-3). Un fallo di posizione fischiato a Corvetta riavvicina i marchigiani (9-8) che riacciuffano la parità (11-11) su un contrattacco di Stankovic.
Bellissimo il punto che dà il primo vantaggio alla squadra di Giuliani (12-13) con il muro di Podrascanin dopo un'azione lunghissima con gesti tecnici di valore assoluto in entrambe le metà campo. Il contrattacco di Kovar da il punto del 13-15 e costringe Radici al time out. L'ace di Massari costringe Giuliani al time out sul 18-19. Dopo un'altra chiamata di invasione a Corvetta ed un attacco di Kovar, Città di Castello cerca di rimanere in scia della corazzata maceratese con Fromm (21-22) e Giuliani chiama il secondo time out. Al rientro in campo il tedesco sbaglia il servizio (21-23) e Zaytsev chiude poi il set con un attacco devastante (22-25).
Il secondo set inizia con Martino al posto di Kurek sofferente alla schiena ed il neo entrato viene murato subito da Piano. Un errore dello stesso Martino ed un muro di Van Walle danno il primo vantaggio all'Altotevere (3-0). Baranowicz non contiene l'attacco di Van Walle per il punto del 6-3. L'attacco vincente dello Zar e due muri consecutivi di Kovar e Podrascanin consentono il sorpasso alla Lube (6-7). Un gran palleggio di Corvetta smarca Van Walle per il controsorpasso (9-8). Un'alzata in bagher errata innervosisce Zaytsev che ha un gesto di stizza e si prende il cartellino giallo da Cappello (11-9). Si arriva al time out tecnico con un errore al servizio di Baranowicz (12-10). Due attacchi vincenti di Zaytsev ed è ancora parità. Muro di Podrascanin su Dolfo subentrato a Fromm e Lube ancora avanti (14-15). Piano mura Podrascanin e poi Zaytsev per il nuovo sorpasso Altotevere (18-17) e time out Lube. Un contrattacco dell'opposto azzurro riporta avanti la Lube e stavolta è Radici a chiamare il time out sul 18-19. Un palleggio da fuoriclasse di Baranowicz per Martino da il 20-22 agli ospiti. Il break è decisivo per le sorti del set che si chiude sul 22-25 con un errore di Van Walle al servizio.
Nel terzo set il servizio di Massari da il primo break ai tifernati (3-1). L'attacco di Fromm (7-3) costringe Giuliani al time out. Si rientra ed il muro di Rossi su Podrascanin e l'attacco vincente di Van Walle portano il punteggio sul 10-4. Dentro Monopoli e l'ex Giombini per la Lube ma al time out tecnico è ancora avanti l'Altotevere 12-7.
Henno valuta male un pallonetto di Van Walle per il 15-11. Un errore di Fromm ed uno di Van Walle riportano sotto i marchigiani (15-13). Si rifà il capitano belga dell'Altotevere con due attacchi consecutivi vincenti e l'errore in primo tempo di Podrascanin portano il punteggio sul 19-14 per i padroni di casa con Giuliani che chiama il time out discrezionale. L'entusiasmo del pubblico trascina i ragazzi di Radici e Piano mura Zaytsev (21-15). Ancora il centrale di Asti mette a terra il punto del 23-17 ed il mani fuori del 24-18, ed è una veloce di Rossi che permette ai biancorossi padroni di casa di chiudere 25-19.
Nel quarto set partenza sprint dei padroni di casa che vanno sul 4-0 con Piano sugli scudi e Giuliani toglie Kovar per Martino. Una serie di difese bellissime permettono a Città di Castello di arrivare fino al 10-6 poi la reazione di Macerata con Podrascanin e Zaytsev porta gli ospiti fino al 10-9. Un muro di Piano su Stankovic e l'attacco da posto 2 di Van Walle fanno allungare i padroni di casa (14-10). Il video check da ragione ai tifernati su un primo tempo di Piano chiamato out dagli arbitri (15-11). Fromm fa morire all'incrocio delle righe il punto del 17-12.
Reagisce la Lube che, complice un errore di Cappello che costa il rosso alla panchina tifernate, sul turno al servizio di Stankovic si riporta avanti 17-18. La squadra tifernate si innervosisce e la Lube allunga in un amen con Podrascanin (17-20). Ancora contestazioni per l'arbitro su un attacco di Martino con un tocco a muro non visto (19-21). Reagisce d'orgoglio l'Altotevere e l'ace di Dolfo e l'attacco di Van Walle danno la parità (21-21). Spettacolare la pipe di Van Walle per il 23-22. Chiude il set lo strepitoso muro di Piano su Zaytsev che fa esplodere il Palakemon (25-23). Si va così al tie break.
Tie break – Inizio del set punto a punto, ma l'ace di Rossi su Kovar vale il primo allungo dei padroni di casa (7-5). Zaytsev riporta tutto in parità (7-7). Mani out di Van Walle e cambio di campo (8-7). Massari riceve bene il servizio di Zaytsev e Dolfo mette a terra l'11-10 con Giuliani che chiama il time out. Rossi mura Zaytsev (13-11). Massari mette a terra il 14-12 e Piano mura Kovar per l'apoteosi della squadra tifernate (15-12).

Tabellino
Altotevere Città di Castello: Corvetta 1, Van Walle 28, Fromm 6, Massari 10, Piano 14, Rossi 8, Tosi (L), Carminati, Dolfo 4, Franceschini. A disp.: Marchiani, Sartoretti, Lensi (2L). All. Radici
Cucine Lube Banca Marche Macerata: Baranowicz 2, Zaytsev 26, Kovar 12, Kurek 2, Podrascanin 18, Stankovic 6, Henno (L), Martino 8, Giombini, Monopoli, Parodi. A disp.: Patriarca. All. Giuliani.
Risultato: 3-2 (22-25/ 22-25/ 25-19/ 25-23/ 15-12)
Arbitri: Cappello di Siracusa e Cipolla di Palermo
Note: Castello (b.v. 4, b.s. 15, muri 16, errori 7), Macerata (b.v. 1, b.s 26, muri 12, errori 10)
Spettatori: 2005 per un incasso di €. 14.000.
MVP: Matteo Piano (Altotevere Città di Castello)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!