Via libera al Biodigestore di Casone, l’Ati 3 istituisce la Consulta di Controllo

Via libera al Biodigestore di Casone, l’Ati 3 istituisce la Consulta di Controllo

Mercoledì 15 febbraio, al Centro Mancini, sarà costituito l’organismo di monitoraggio

share

L’Ati 3 Umbria non si è mai sottratta al confronto con la cittadinanza a riguardo della realizzazione del biodigestore a Casone di Foligno, anzi lo ha sempre cercato e promosso.

Dallo scorso 23 gennaio la società Asja Ambiente Italia spa, ha ottenuto dalla Regione dell’Umbria il via libera a costruire, essendosi concluso l’iter procedurale ed amministrativo per l’approvazione del progetto, sulla cui validità e rispetto ambientale, si sono espressi ben venti soggetti, tra enti, servizi tecnici regionali ed interregionali.

E subito, l’Ati 3 Umbria ed il Comune di Foligno, tenendo fede agli impegni assunti con la cittadinanza e le competenti istituzioni, costituirà un’apposita ‘Consulta di cittadini ed associazioni per il monitoraggio e l’informazione nella realizzazione ed il funzionamento dell’impianto di produzione di biometano e compost dai rifiuti organici in località Casone di Foligno’. Ne faranno parte i membri del Comitato consultivo degli Utenti Ati 3; le associazioni ambientaliste; i sindaci di Foligno, Trevi e Montefalco; il presidente e direttore dell’Ati 3 e della Vus Spa, oltre a sei cittadini, residenti a Foligno e comuni limitrofi, che ne facciano richiesta in assemblea, selezionati poi con sorteggio.

L’organismo verrà ufficialmente presentato alla cittadinanza mercoledì 15 febbraio alle 17.30 presso il Centro Mancini di Sant’Eraclio, garantendo così totale partecipazione e trasparenza.

La Consulta sul Biodigestore acquisirà notizie sullo stato dei procedimenti amministrativi; reperirà informazioni, valutazioni ed atti amministrativi di carattere economico, ambientale e sanitario; chiederà approfondimenti, chiarimenti e documentazioni sul processo produttivo e realizzativo dell’impianto; parteciperà agli incontri con gli organi competenti.

Raccoglierà inoltre eventuali istanze, segnalazioni e richieste di verifica da parte dei cittadini, s’impegnerà a dare risposte chiare e rapide, provvederà infine alla massima diffusione delle informazioni promuovendo forme di partecipazione tra cittadini e soggetti interessati.

In questo modo, Ati 3, Comune di Foligno e Vus Spa, intendono mettere definitivamente da parte assurdi polveroni politici, episodi di killeraggio psicologico ed allarmismo ingiustificato, evitando il ripetersi di casi limite, come quelli relativi a soggetti che, anche recentemente, hanno millantato inesistenti rischi sanitari o pericoli di vario genere, e pertanto saranno chiamati a risponderne alle autorità competenti.

 

 

 

 

share

Commenti

Stampa