Vertenza Sirio Ecologia, "asta di nuovo deserta" / Smacchi: "necessari provvedimenti urgenti" - Tuttoggi

Vertenza Sirio Ecologia, “asta di nuovo deserta” / Smacchi: “necessari provvedimenti urgenti”

Redazione

Vertenza Sirio Ecologia, “asta di nuovo deserta” / Smacchi: “necessari provvedimenti urgenti”

Ven, 13/12/2013 - 01:40

Condividi su:


“Per l'ennesima volta la gara d'asta presso il Tribunale di Perugia per l'acquisizione degli immobili e delle licenze della ex Sirio Ecologica è andata deserta, tutto ciò getta una pesante ombra sul futuro dei diciotto lavoratori ex dipendenti dell'azienda ai quali, il prossimo 31 dicembre verranno meno anche i benefici degli ammortizzatori sociali”. Lo annuncia il consigliere regionale del Partito democratico Andrea Smacchi, evidenziando che “quella che si è venuta a determinare è una situazione paradossale: a fronte di un interesse più volte manifestato da parte del gruppo che ha in affitto un ramo d'azienda della vecchia proprietà, corredato dal relativo piano industriale, non si riesce a trovare uno sbocco positivo per responsabilità che vanno ricercate anche nella mancanza di un interlocutore istituzionale, a livello municipale, in grado di poter scegliere e deliberare su alcuni fondamentali asset, su tutti l'ormai annosa vicenda dello sterilizzatore”.
Smacchi rileva che in questo modo, “dopo aver più volte sollecitato un'assunzione di responsabilità collettiva a tutti i soggetti coinvolti a vario titolo in questa triste vicenda, i lavoratori rischiano concretamente, da qui a pochi giorni, di dover pagare il prezzo più alto. Stante il perdurare della fase di stallo, è quanto mai urgente dare almeno un minimo di certezza economica alle diciotto famiglie che rischiano da gennaio di trovarsi senza sostegno alcuno. Sarà pertanto mia cura – assicura – investire del problema già da stasera l'assessore regionale competente, al fine di valutare tutte le possibili soluzioni che in breve tempo possano dare risposte alle esigenze poste legittimamente dalle maestranze: nell'auspicio – conclude – che la prossima asta (che si terrà presumibilmente entro marzo 2014) possa svolgersi con sulla base di un prezzo congruo e parametrato a valori di mercato accessibili”.

Leggi anche:

Riproduzione riservata

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!